Autore: Giacomo Lucarini

Vedi tutti gli articoli scritti da Giacomo Lucarini

In questo articolo vedremo come realizzare Instagram Stories memorabili, con un occhio alle tecniche di base che ti permetteranno di ottenere il meglio anche su tutti i social media che offrono funzioni simili, da Facebook a LinkedIn, da Youtube a Twitter.

Il successo del formato “Stories” è inarrestabile.

Per questo oggi più che mai è importante che tutti sappiano padroneggiare questa modalità comunicativa.

Le Instagram Stories sono state una vera rivoluzione per i social media: anche se introdotto da Snapchat, ormai piattaforma incapace di sfondare nel grande pubblico, questo formato è piaciuto talmente tanto che più o meno tutti si sono allineati o lo stanno facendo.

Fotografare e riprendere “in verticale”, pochi istanti di esposizione, 24 ore di vita: contenuti che rappresentano la realtà catturata spontaneamente (ma poi piena di filtri, se vogliamo) e soprattutto che durano poche ore e poi spariscono.

Le Instagram Stories hanno dentro di loro già tanti elementi che le rendono attraenti e “addictive”, per dirla all’inglese, ma dobbiamo anche essere abili a padroneggiarle per realizzare contenuti indimenticabili e coinvolgenti per chi ci segue e per chi potenzialmente potrebbe diventare nostro follower/cliente.

 

Instagram Stories, il vero Fenomeno Social degli Ultimi Anni

 

Perché dovresti smettere di fare tutto quello che stai facendo e iniziare a utilizzare in maniera intelligente le Instagram Stories?

Semplice: perché le persone sono arrivate a preferire le Stories addirittura ai post fotografici e i video nelle gallery degli utenti.

Come ha evidenziato il recente Rapporto 2019 “Italiani e Social Media” di Blogmeter, sia su Facebook sia su Instagram un terzo degli utenti (32%) preferisce guardare e interagire con le Stories rispetto ai post.

Ti stai chiedendo il motivo? Il Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes chiarisce i contorni: la Stories, vere e proprie “finestre sulla quotidianità”, danno l’impressione di rimanere sempre aggiornati (39%), ci sembrano attendibili e veritiere nel 36% dei casi, e per gli utenti (34%) sono un mezzo piacevole di creare contenuti.

 

Instagram Stories che Sanno Farsi Guardare

 

Padroneggiare le Instagram Stories non è semplice: le stories sono il regno della disintermediazione, dell’informalità, della creatività.

Non è possibile approcciare questo formato pensando di ripubblicare gli stessi contenuti che utilizzi altrove, grafiche statiche, video noiosi.

La durata massima di ogni singola story è di 15 secondi e in quei 15 secondi di costruire una mini-storia o un contenuto capace di attrarre, stupire e coinvolgere.

In qualche modo, le Instagram Stories sono un vero banco di prova per ogni produttore di contenuti, ogni brand e attività commerciale.

Inutile dire che anche in questo caso, non avere obiettivo chiaro e preciso nella nostra produzione non ci porterà da nessuna parte: a nessuno interessa un diario giornaliero di quello che fai, senza pianificazione.

Il vero segreto per rendere le cose interessanti è la spontaneità “mediata”: se sei un business, un brand, oppure hai un prodotto da mostrare, non puoi usare tattiche pubblicitarie vecchie e intasare le Stories di racconti noiosi.

Una strategia di Instagram Stories richiede risorse, e per questo, come in qualsiasi altro ambito – dal blogging alla lead generation – serve una precisa idea su quello che si vuole ottenere, quello che si vuole trasmettere, e come scadenzare il tutto sulla piattaforma.

Abbiamo già parlato di come sia fondamentale trasformare e riutilizzare i nostri contenuti, sfruttando al massimo le caratteristiche dei formati che andiamo a utilizzare di volta in volta.

Le Instagram Stories non fanno eccezione: possono essere un veicolo straordinario dove raccogliere Feedback (con lo sticker Domande), chiedere preferenze (con i Sondaggi), giocare e informare (con lo sticker Quiz), realizzare eventi e dirette che possono essere annunciate con un countdown… e tanto altro.

L’unico limite è davvero la fantasia, e spesso questa libertà d’azione rischia di confondere l’utente più del dovuto.

Sono certo che tu hai molte cose a cui pensare che riguardano il lavoro e la promozione, e quindi ecco una lista di strumenti a cui puoi fare riferimento per capire come creare, mettere in agenda e poi in calendario delle Stories che sappiano fare breccia negli occhi e… nelle dita di chi deve cliccare!

 

instagram modelli

Usa Uno Stile Personale e delle Grafiche Brandizzate

 

Che tu sia freelance, azienda, brand di varia natura… devi avere uno stile di comunicazione particolare per emergere dalla massa.

Le Stories sono un ottimo strumento per affermare la tua voce: che tu abbia un volto da mettere davanti all’obiettivo oppure un’identità grafica da esprimere attraverso il design, puoi fare la differenza.

Ogni giorno hai la possibilità di arrivare a tantissime persone e veicolare messaggi, ma questi devono essere memorabili e superare la prova del… distratto.

Che cosa intendo? La mia filosofia è che, anche se una persona sta “sfogliando” le Stories distrattamente, deve poter riconoscere i tuoi contenuti anche senza leggere il nome dell’account.

Per questo, ti consiglio di inserire sempre un logo, realizzare delle grafiche brandizzate con cui comunicare in modo continuativo, fare leva sui tuoi colori distintivi… ci sono tantissimi programmi gratuiti e semplici che ti permettono di realizzare grafiche in formato stories oppure rielaborarle, come Canva, Snappa, Over.

Più riesci a trovare una cifra stilistica precisa nella forma e nella sostanza (rubriche, consigli, modi di dire)… più gli utenti ti troveranno familiare e degno di nota.

 

 

Usa le Instagram Stories per Chiedere Opinioni

 

Quando sei all’inizio della tua attività è importante capire cosa effettivamente vuole vedere il tuo pubblico social.

E cosa c’è di meglio di interpellarlo direttamente, in maniera interattiva?

Nella sezione sticker di Instagram scoprirai di avere a disposizione uno strumento che presto diventerà il tuo migliore amico: lo strumento Sondaggio.

Con questo semplice tool puoi far scegliere le persone tra due opzioni. Due e soltanto due.

Per esperienza ti dico che è sempre meglio limitare le scelte e non affidarsi allo strumento “domande”, che richiede la scrittura di un messaggio articolato, per chiedere un’opinione.

Tutto quello che si può esprimere con il semplice tocco di un dito è estremamente coinvolgente per gli utenti.

Ricorda che puoi sempre andare a visualizzare la lista delle persone che hanno risposto in un modo o nell’altro direttamente dagli insights della storia stessa (ti basta scorrere il dito verso l’alto).

In questo modo puoi addirittura andare a contattare singolarmente gli utenti, magari chiedendo un approfondimento e stimolando la discussione, coinvolgendo ancora di più le persone.

 

instagram sondaggio

Crea Storie Solo se Davvero hai Qualcosa da Dire

 

Sembra una banalità, ma questo è un elemento critico nella produzione di Stories.

Su Instagram non si può fingere: un contenuto “falso”, qualcosa di troppo costruito e poco autentico, un contenuto fatto controvoglia quasi a “timbrare il cartellino”… si sente.

Gli utenti di oggi sono estremamente sgamati. Con tutta l’offerta di contenuti che c’è in giro, sono abituati a vedere e ascoltare persone che regalano esperienze di vita vera, anche nel settore del business, e non hanno tempo da perdere con chi non è davvero in sintonia con loro.

Le Instagram Stories sono al tempo stesso lo strumento più potente per entrare in contatto con la gente e un palcoscenico su cui non si può mentire.

Per questo, se trasmetti entusiasmo, passione, se sai metterti in gioco, se riesci a capire come stimolare e incuriosire il tuo potenziale pubblico, sei a un passo dal successo.

Se devi soltanto piazzare dei messaggi commerciali vecchio stile e fare vetrina stile catalogo Postalmarket, meglio abbandonare da subito la piazza.

 

Sfrutta gli Strumenti Messi a Disposizione

 

Come avrai capito, le Instagram Stories ti mettono a disposizione un set di strumenti predefinito ricco e utilissimo per coinvolgere gli utenti.

Hai il geotag, per raggiungere chi è presente in un luogo o sta seguendo/cercando i contenuti che arrivano da una certa area; hai le menzioni e gli hashtag per citare e notificare un utente in modo diretto e entrare nel flusso delle parole più cercate; hai le GIF animate che sono da sempre uno dei modi più veloci e creativi per rendere viva una storia, anche se si tratta di una foto o una grafica.

Come detto, ci sono poi gli sticker che chiamano in causa direttamente lo spettatore lo chiamano ad un’azione: il sondaggio, le domande, il countdown, il contatore, il quiz.

Ognuno di questi strumenti offre diverse possibilità di utilizzo: ad esempio puoi impostare una scelta multipla con il contatore che l’utente deve semplicemente trascinare con il dito, oppure puoi annunciare una diretta dando la possibilità alle persone di ricevere una notifica quando il countdown arriva a zero.

Alla gente piace moltissimo esprimere la propria opinione e essere ascoltata in fatto di scelte editoriali. Sfrutta questa possibilità in maniera vantaggiosa.

 

instagram sticker

Condividi i Tuoi Post nelle Stories

Quando crei un post nella tua galleria, non dimenticarti di cliccare sul bottone della freccia in basso per condividere nelle tue Stories.

In questo modo puoi annunciare il nuovo contenuto e invitare le persone a guardare e commentare la tua gallery. Il modo migliore per farlo è coprendo parzialmente la foto che compare nella story con uno sticker o una GIF animata (utilissimo il “TAP HERE” che si trova in diverse versioni).

L’immagine infatti è automaticamente cliccabile e rimanda al tuo post.

Creando un piccolo “effetto mistero” le persone saranno invogliate a scoprire… cosa c’è sotto.

 

Crea Stories che Formano un Racconto

 

C’è un motivo se le Stories si chiamano “Stories”!

Difficilmente in 15 secondi potrai sviluppare un racconto autoconclusivo.

Per questo è intelligente pianificare giorno per giorno contenuti che raccontano qualcosa di compiuto, spalmato su più contenuti.

Se vuoi raccontare qualcosa in maniera coinvolgente, puoi sempre pensare alla struttura “Problema-Risultato-Soluzione” nelle sue diverse varianti, e costruire più Stories dove accompagni per maweno le persone in questo viaggio, mettendo in mostra le tue capacità, i tuoi prodotti o i tuoi servizi.

Questi mini video saranno davvero efficaci… e più ne realizzi, più idee ti verranno in mente.

La breve durata non è un limite, ma uno stimolo a raccontare di più in meno tempo e in maniera più sintetica ed efficace.

 

Salva le tue Stories Migliori Mettendole in Evidenza

 

Uno dei tuoi obiettivi principali è far “atterrare” le persone sul tuo profilo, per conoscerti meglio e magari cliccare sui link che ti interessano.

E allora perché non mettere in evidenza le tue Stories migliori, divise per argomenti specifici, in bella vista sul tuo account?

Questo aiuterà le persone a conoscerti meglio e a vedere per primi i contenuti che ti stanno più a cuore: puoi creare delle raccolte personalizzate, un vero e proprio showcase animato diviso per argomenti. Da pazzi non approfittarne.

Ogni storia che realizzi, in basso a destra, ha un pulsante “Metti in evidenza”: puoi inserirla in un album esistente oppure crearne uno da zero, scegliendo anche l’immagine di copertina che sarà visibile sul tuo profilo (consiglio l’utilizzo di una immagine personalizzata, magari realizzata con Canva)

 

stories in evidenza

Strumenti Fondamentali per Instagram Stories Memorabili

 

Hai lo smartphone sempre a portata di mano ed è il modo migliore per produrre Stories favolose, catturare il momento giusto e avere sempre a portata di mano ispirazioni utili.

Oltre agli strumenti standard che Instagram ti offre, come avrai capito, c’è però bisogno di tool che ti permettono di creare qualcosa di personale, unico, coinvolgente.

Non preoccuparti: non sto parlando di programmi complicati e costosi per produrre Stories visivamente impattanti e creative: quello che ti vado a illustrare adesso è l’elenco delle app che ho utilizzato e continuo a utilizzare per le me Stories e quelle dei miei clienti.

 

OVER

Per creare sovrapposizioni di testo e immagine, Over è una delle app più potenti e creative: hai a disposizione moltissimi template, font, grafiche (anche animate) che puoi usare per trovare il tuo stile personalizzato.

 

Grafiche eleganti con UNFOLD

Se ti piace lo stile pulito e minimale, con Unfold puoi creare delle Stories e dei collage che faranno la felicità dei tuoi follower.

Semplice, pulita e moderna, questa app ti permette di creare grafiche eleganti che si adattano moltissimo al lifestyle, ma anche per un nerd come me le applicazioni sono molteplici…

 

Editing da paura? Prova INSHOT

Non so davvero cosa farei senza. Inshot è un’app è pazzesca e ti permette di ridimensionare foto e video, aggiungere sticker, testi, animazioni, fare collage, editare video in maniera intuitiva.

 

Crea Stories Animate con MOJO (iPhone) o MOSTORY (Android)

Con Mojo e Mostory a disposizione un arsenale variegato e potente per creare Stories animate a partire dalle foto.

Ma non soltanto: a partire dai modelli predefiniti puoi ritagliare, aggiungere effetti, titoli, animazione.

 

ADOBE SPARK POST: crea grafiche per i tuoi social

Anche in questo caso con Adobe Spark Post realizzare motion graphics non è mai stato così facile. Ci sono moltissimi modelli utilizzabili ai quali si può aggiungere un logo e delle scritte, e poi esportare tutto con un clic.

 

Come tagliare un video lungo in brevi filmati : CUT STORY (iPhone) o VIDEO SPLITTER (Android)

Cutstory e Video Splitter sono solo un paio delle tante app che ti permettono di prendere un filmato più lungo e di “spezzettarlo” in frammenti da 10/15 secondi perfetti per le Intagram Stories.

Ovviamente il consiglio è di non utilizzare video della durata superiore al minuto e mezzo, altrimenti tanto vale utilizzare IGtv! E poi non ti ritrovi la galleria del telefono intasata da decine di micro-filmati 😊

 

Centinaia di filtri fotografici: VSCO

Con VSCO puoi applicare centinaia di filtri fotografici diversi e personalizzabili alle tue immagini, per andare oltre i soliti (e inguardabili) filtri che offrono le Stories di Instagram.

 

LIFE LAPSE e vai di Stop Motion

Adoro questa app! In maniera semplice e intuitiva, Life Lapse ti permette di realizzare qualsiasi tipo di Stop-motion, come i veri animatori di Hollywood.

Un metodo creativo e sorprendente per realizzare delle Stories ultra-coinvolgenti.

 

MAGISTO: l’app per editare o creare video da zero

Per editare o creare video da zero questa è una delle app più popolari della galassia social. Effetti, strumenti, video stock, possibilità di manipolare colore e velocità… c’è davvero tutto (e anche di più!) per controllare tutti gli aspetti delle immagini in movimento.

 

CLIPOMATIC (iPhone) o AUTOCAP (Android)

Probabilmente lo sai per esperienza… perché anche tu guardi le Stories senza audio. Quante volte avresti trovato utile avere dei sottotitoli? Ecco, con Cliomatic e Autocap puoi applicare i sottotitoli alle tue Stories! Riconoscono in modo abbastanza preciso le parole ed effettuano trascrizione al volo.

 

Instagram Stories: Cosa ne pensi?

 

Credo di essere stato abbastanza chiaro: le Instagram Stories al giorno d’oggi rappresentano uno strumento di fondamentale importanza per entrare nella testa e nel cuore dei potenziali utenti dei nostri servizi.

Per fare questo devi sviluppare capacità di racconto e divertirti mente parli di te ai tuoi follower: non c’è ricetta migliore per realizzare storie che lasciano il segno.

Spero di averti dato dei consigli utili e degli strumenti che ti aiuteranno a realizzare il tuo successo su Instagram.

Se vuoi, racconta la tua esperienza o lascia una domanda nella sezione dei commenti!

Autore: Giacomo Lucarini

Vedi tutti gli articoli scritti da Giacomo Lucarini
0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *