Ti stai chiedendo come strutturare il tuo sito aziendale? Per te può essere un semplice biglietto da visita digitale, un negozio virtuale o una inesauribile fonte di contatti. In base all’obiettivo che vuoi raggiungere cambiano l’impostazione, lo sviluppo e i contenuti delle singole pagine. Ma qual è la scelta più corretta nel tuo caso? Vediamo di fare chiarezza sull’argomento.

Sito web aziendale: struttura, pagine e menu

Sul web, da anni, trovi migliaia di articoli che indicano la struttura ideale per un sito web aziendale: home, chi siamo, prodotti, servizi e contatti. È un po’ come dire che un auto deve avere un motore, una cinghia di trasmissione, un cambio, quattro ruote e un sistema frenante.

Quello che fa la differenza non è la presenza stessa degli elementi, ma l’integrazione delle parti in un lavoro di squadra degno di nota.

Abbiamo già parlato dell’importanza di creare una homepage efficace, oggi andiamo oltre. La home di un sito web aziendale ha il compito di presentare e veicolare, in linea di massima, sia l’azienda che i suoi servizi: deve semplificare – per definizione – le informazioni che vuoi veicolare ai tuoi (potenziali) clienti, quelli con cui hai la possibilità di interagire, con trasparenza e sincerità.

Servizi? Una pagina inutile per qualunque sito istituzionale

Evitare quindi l’uso di voci di menu generaliste è uno dei primi punti da affrontare: per intenderci, la voce “servizi” non aiuta chi legge né chi vuol farsi conoscere.
Ad esempio:

  • sei un hair-stylist? Avrai di certo dei servizi di punta (wedding, cerimonia, colori moda – giusto per fare qualche ipotesi) che, se ben presentati, possono portare i visitatori del web a contattarti per prenotare un appuntamento.
  • sei un fioraio? Probabilmente i tuoi punti di forza sono le consegne a domicilio, gli allestimenti floreali per cerimonie e le piante ornamentali.
  • hai una struttura ricettiva e hai scelto di puntare su un servizio di mobilità sostenibile, itinerari naturalistici e scuola di cucina locale.

Presenta brevemente i tuoi servizi in homepage e poi dedica a ciascuno una pagina dettagliata con le informazioni utili per chi vuole saperne di più prima di decidere di contattarti o acquistare da te.

Hai inserito un form contatti su ogni pagina di servizio del tuo sito? Fallo!

Ciò non toglie che la pagina contatti deve sempre essere presente in un sito.

Come scrivere i testi per un sito aziendale

Oltre a dedicare la massima attenzione ai dettagli da portare a conoscenza dei lettori digitali, è buona norma far attenzione anche le parole e al tono che usi per parlare con i tuoi lettori.

Parla come mangi, con parole chiare e toni inequivocabili, secondo il tuo approccio standard con i tuoi clienti, sii chiaro.

I tuoi colleghi comprendono un linguaggio tecnico (rispetto al tuo campo d’azione) e puoi utilizzarlo se i tuoi prodotti/servizi sono rivolti a loro, ma se ti rivolgi al singolo, all’utente del web, devi sapere che più semplifichi la lettura, più riduci l’asimmetria informativa tra te e lui.

E più sarà chiara la tua preparazione, e più il lettore sarà consapevole che tu sei il professionista che fa al caso suo, che puoi risolvere il suo problema, che puoi portargli benefici.

Quando pensi ai testi, quindi, mettiti nei panni dei tuoi clienti: identifica le loro questioni irrisolte e gli stati d’animo che le accompagnano e spiega cosa e come puoi alleggerirli di questi pesi, emotivi e non. Pensa da problem solver.

Contenuti perfetti per il tuo sito aziendale

Ad esempio, se sei un endocrinologo non fermarti alla definizione medica e alle aree d’azione: racconta piuttosto l’esperienza di

  • Maria, 48 anni, che ha notato che i suoi capelli sono più deboli e più sottili
  • Giovanna, 52 anni, che non si spiega perché senza cambiare abitudini sta aumentando di peso
  • Claudia, 45 anni, che da qualche tempo dorme poco e pure male

per collegare gli effetti della menopausa allo squilibrio ormonale e spiega come hai aiutato le tue pazienti a risolvere la situazione.

E batti il ferro finché è caldo: aggiungi sempre un modulo di contatto nelle pagine dedicate ai servizi, in modo da non perdere l’occasione di accorciare le distanze tra te e i tuoi lettori che si riconoscono nei tuoi clienti.

L’importanza delle immagini in un sito business

Per rendere tutto più gradevole agli occhi dei visitatori digitali, per semplificare concetti e processi, per metterci la faccia e per aiutare anche il posizionamento su Google, non dimenticare l’importanza delle immagini ^_^

Ma quante e quali tipi di foto servono per rendere al meglio il tuo sito? Non esiste una risposta standard: dipende!

Certo è che vedere (o riconoscere) i locali in cui ti muovi, il tuo team e il tuo sorriso rassicurante invece di generiche foto stock, tecnicamente perfette ma di sicuro non impersonali. Aiuta a trasmettere fiducia e umanità in chi visita il tuo sito web oltre che a far passare il tuo stile e mostrare strumenti di lavoro all’avanguardia o la varietà di prodotti disponibili. E sono proprio questi i casi in cui una foto professionale e personalizzata può aiutarti a fare la differenza.

Non lasciarti confondere: non serve uno shooting fotografico in stile matrimonio, ma un insieme di fotografie mirate che supportino i testi e completino la struttura principale del sito web.

Immagini di riempimento e sfondi

Per tutto ciò che ha a che fare con immagini o sfondi di riempimento, puoi tranquillamente pensare di utilizzare immagini stock. Online puoi trovarne sia di gratuite (su pixabay.com o su pexels.com) che a pagamento (su shutterstock.com).

Se – giustamente – vuoi risparmiare qualcosina utilizzando le immagini gratuite, il suggerimento che mi sento di darti è di giocare con le parole chiavi: non fermarti ai primi risultati se vuoi trovare l’immagine giusta da utilizzare e non rischiare di ritrovarla su altri siti.

Se ad esempio ti occupi di “assicurazione auto”, ecco i primi risultati della ricerca su pixabay:

Mentre se cerchi “incidente auto” ecco le proposte grafiche che ti vengono restituite dal sito: come vedi sono sempre tecnicamente di buon livello, ma più realistiche e anche meno viste su altri siti.

Sito web aziendale: le indicazioni tecniche

Oltre a quanto detto, c’è da tener conto anche di aspetti tecnici importanti per la riuscita del tuo progetto! Sia che tu decida di farti seguire da un professionista, sia che tu voglia realizzare tutto da solo, ci sono alcuni aspetti che è importante approfondire:

  • Cos’è un dominio? Come si registra? Come sceglierlo? Quanto costa? Quale estensione è più adatta al tuo business? Abbiamo raccolto in un unico articolo tutti i nostri consigli utili sulla questione.
  • Cos’è un layout web? Come definirlo e realizzarlo? Quali sono le linee guida da seguire? C’è un articolo che risponde a tutte le tue domande sull’argomento
  • Cos’è una landing page? Come strutturarla correttamente? Quali colori utilizzare? Come sfruttarla per creare contatti? Anche in questo caso ti invitiamo ad esplorare la sezione dedicata alle landing page, ricca di esempi pratici.

Se vuoi risparmiare tempo e non vuoi perderti nei meandri di tutte le possibili questioni tecniche che ruotano attorno alla realizzazione di un sito web, con One Minute site puoi semplificarti la vita! Non devi installare nulla, ma pensare solo a strutturare contenuti e strategia. Più facile di così!

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *