Come fare pubblicità su facebook, a pagamento e non…

In questo articolo ti spiego come fare pubblicità su Facebook per vendere servizi, ma anche prodotti. Parliamo di Facebook Ads, ma anche di relazioni. Oggi, per muoverti bene nel mondo dei social, è necessario instaurare relazioni autentiche con il tuo pubblico. Significa commentare, significa postare contenuti  e stringere legami che nel tempo possano rafforzarsi. Poi ci sono anche le inserzioni sponsorizzate. Vediamo insieme come funzionano e come scegliere l’obiettivo più adatto.

Su Facebook è necessario fare pubblicità a pagamento?

Pubblicità Facebook

ll 96% percento dei social media marketer in tutto il mondo afferma che Facebook offre il miglior ritorno di tutte le piattaforme sociali.
Facebook si affaccia al mondo, molti penseranno quindi che basta avere una pagina gratuita su Facebook per attirare traffico online.

Questo dipende ovviamente dipende dalla tua azienda, dal tuo target e dal tuo prodotto ma se il tuo scopo è raggiungere nuovi clienti realmente interessati alla tua attività, sfruttare Facebook in maniera totalmente gratuita non ti porterà grandi risultati.

Più di due miliardi di persone in giro per il mondo usano Facebook
Pubblicità su Facebook

Voler raggiungere un pubblico troppo grande può essere una cosa negativa. Dopotutto, vuoi farti notare da persone che potrebbero essere interessate a fare affari con te.
Fortunatamente, facendo pubblicità  su Facebook a pagamento avrai a disposizione più livelli di targeting, quindi puoi sintonizzare gli annunci di Facebook sul pubblico che ritieni sia più interessato alla tua attività, cosi da massimizzare i guadagni da una campagna pubblicitaria su Facebook.

Cura la community e assisti i tuoi clienti


Non tutto  è a pagamento, infatti utilizzare la chat della tua pagina per dare assistenza ai tuoi clienti è un ottima strategia per farti pubblicità gratis su Facebook.

Avere un contatto diretto con il consumatore è fondamentale, molte aziende infatti hanno cominciato ad utilizzare Facebook  come canale di assistenza per i propri clienti.

Puoi creare un bot che comunica con i tuoi clienti in maniera automatica per risolvere problemi semplici e dare informazioni. Ad esempio, il tuo cliente può vedere lo stato dell’ordine, se hai un e-commerce oppure ordinare una pizza se hai una pizzeria, direttamente parlando con un bot!

Con la gestione della community crei un legame molto più stretto con i tuoi clienti. Questo ti permette di innescare una reazione a catena che ti renderà sempre più visibile e aumenterà il traffico organico sulla tua fan page.

Commenta i post dei tuoi attuali fan e clienti, anche le lamentele o cose stupide. Sembra superfluo e spiacevole ma se vuoi guadagnare traffico, dovrai cominciare a parlare con i tuoi clienti, ma non essere assillante!

Tuttavia, utilizzare solo la visibilità organica di Facebook non ti porterà lontano, quindi rompi il salvadanaio e segui i miei consigli:

Crea una pagina Facebook se non lo hai già fatto!

Pagina Facebook
Per creare la tua fan page sul social network di Zuckemberg clicca qui.

La prima indicazione che ti verrà richiesta è a quale categoria appartiene la tua attività, puoi scegliere tra azienda o brand e community o personaggio. In questo caso sceglierai la prima opzione.

Ti verranno chieste tutte le informazioni sulla tua azienda, indirizzo e tipo di attività e infine metti delle belle foto!

Suggerimento → Per usare la tua pagina Facebook in modo davvero efficace segui i consigli di Livia Sbrizza

Cominciare a fare pubblicità su Facebook

Vai in alto a destra, sotto la tua immagine di copertina e clicca sull’icona della freccia diretta verso il basso.

Dal menu che ti si apre, clicca su “Crea inserzioni”, oppure clicca qui per entrare direttamente sulla pagina di creazione del tuo annuncio su Facebook.

Scegli l’obiettivo della tua campagna in base alle metriche più importanti per la tua attività e ai tuoi obiettivi per questo annuncio.

Tieni presente che gli obiettivi orientati alla conversione sono pagati ad azione, ma gli obiettivi di “esposizione” saranno pagati per percentuale di impressioni.

Connessioni

Pubblicità su Facebook
Puoi scegliere come target persone collegate o non collegate alla tua pagina Facebook.

Se desideri raggiungere un nuovo pubblico, seleziona “Escludi le persone a cui piace la tua pagina”.

Se invece desideri promuovere un’offerta o un nuovo prodotto, seleziona “Persone a cui piace la tua pagina Facebook” per raggiungere persone che già conoscono il tuo marchio.

Imposta il budget e programma il tuo annuncio

Pubblicità su Facebook
Successivamente, decidi quanti soldi vuoi spendere per il tuo annuncio di Facebook.
Puoi scegliere un budget giornaliero o totale, poi imposta le date di inizio e fine se desideri pianificare il tuo annuncio in futuro o scegliere di metterlo subito online.
Puoi entrare nel dettaglio della spesa usando le opzioni di budget avanzate.

Crea i tuoi annunci Facebook


Puoi promuovere un post esistente, oppure, puoi creare un nuovo annuncio. Scegli il formato dell’annuncio, inserisci il testo e i componenti multimediali. Assicurati di attenerti alle dimensioni delle immagini degli annunci di Facebook menzionate sopra per ogni formato.

Utilizza lo strumento di anteprima nella parte inferiore della pagina per assicurarti che il tuo annuncio sia adatto a tutti i potenziali posizionamenti (feed di notizie mobili, desktop, mobile, colonna laterale e così via).

Quando sei soddisfatto delle tue scelte, fai clic sul pulsante “conferma” per inviare l’ordine e attendi un’email da Facebook che ti informa che il tuo annuncio è stato approvato.

Crea il tuo sito web


Se i tuoi obiettivi prevedono l’atterraggio dell’utente sul tuo sito web (click sul sito, ad esempio), ma non hai un sito, devi sapere che potresti crearne subito uno. Come? Con Oneminutesite. Potrai inserire il pixel di Facebook e tenere d’occhio le mosse che i tuoi utenti fanno sulla tua piattaforma, in modo da creare campagne più performanti. Crea ora il tuo sito web!

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *