Avatar

Autore: Giuseppe Molino

Vedi tutti gli articoli scritti da Giuseppe Molino

Dalla seconda metà del 2019 non si parla d’altro. Tik Tok è l’applicazione del momento, l’ app più scaricata ed installata del mondo.Non è di certo passata inosservata alle grandi aziende, di qualsiasi settore. Si parla infatti di Tik Tok Marketing.

In questo articolo vediamo insieme cos’è Tik Tok e come funziona, ma soprattutto come creare video di successo e conquistare il pubblico della piattaforma con 4 strategie utili al tuo business. Infine qualche esempio di utilizzo virtuoso del social media più amato dalla Generazione Z. Curioso di sapere come puoi sfruttarla anche tu e perché sei ancora in tempo per farlo? Seguimi.

Tik Tok: cos’è e come funziona

Solo per snocciolare qualche dato sulle origini,  Tik Tok è un’App rilevata nel 2017 dal gruppo cinese Bytedance per la modica cifra di 1 miliardo di dollari.

Nasce come una piattaforma di video musicali amatoriali, ma ha poi allargato il suo bacino a tutti i tipi di video brevi. Musical.ly, il precedente nome dell’app, diventa Tik Tok e da quel momento ha cominciato, nel giro di circa due anni, ad essere un punto di riferimento social per i paesi asiatici, Cina e India su tutte.

L’app consente agli utenti di guardare clip musicali, creare brevi clip fino a un massimo di 60 secondi, ma soprattutto di modificare e aggiungere un gran numero di effetti speciali a piacere in modo molto semplice. La musica a disposizione di TikTok è varia:dall’Hip-hop alla musica elettronica.

Semplicità di uso, contenuti grandiosi realizzati senza alcuna attrezzatura professionale e relazioni hanno dato luogo ad un’App esplosiva.

Le statistiche di TikTok

  • Visitatori unici mensili 800 millioni circa
  • Download 738 millioni nel 2019, complessivamente circa 2 miliardi fino a oggi
  • Il 57% della userbase è cinese
  • India è il top market per downloads nel 2019 (se si esclude la Cina), con 323 millioni
  • 46 millioni di utenti US lo hanno scaricato nel 2019
  • Solo il 9% di utenti US ha usato TikTok, ma la statistica sale al 49% fra i teeenager
  • ByteDance reports 400 DAU of Douyin in China, and claim 68% of Chinese social media users/59% of smartphone users are Douyin users
  • Il cantante Loren Gray è il personaggio più seguito su TikTok, con 40 millioni di follower
  • Il tempo medio mensile speso su TikTok è di 45 minuti
  • ByteDance, la tech company proprietaria di TikTok, Douyin e altre piattaforme similari, è diventata la startup totalmente privata più valutata al mondo, con una valutazione di $78 miliardi, dopo che SoftBank ha investito3 miliardi di dollari.

Fonte delle statistiche Oberlo.

Questi numeri ti fanno capire subito come l’interesse delle aziende che si rivolgono a un pubblico giovane abbiano subito drizzato le orecchie. Il TIk Tok Marketing è la “materia” del momento, lo stesso momento che dovresti cogliere per entrare sulla piattaforma, farti conoscere ed esplorarla. Oggi, siamo già nella fase “quest’app la possiedono 1 miliardo di persone, come posso sfruttare questo potenziale di pubblico?”.

Ereditando la piattaforma di Musical.ly, Tik Tok si basa sulla creazione di contenuti video di durata variabile, tra i 15 e i 60 secondi.  Utilizzabile, principalmente, da device mobili (smartphone e tablet) presenta una interfaccia abbastanza intuitiva.

Inizialmente si concentrava tutto, o quasi, sui lips-sync (sincronizzazione labiale), in cui si faceva il playback di un brano musicale o di una scena di un film, rallentando la traccia audio in ripresa e mettendola a velocità normale in riproduzione. Questo ha fatto sì, come successo per tutti gli altri social, che venisse attirato prima un pubblico di giovani e giovanissimi (dai 14 ai 20 anni circa).

 

 

 

 

Per caricare un video, infatti, basta premere il pulsante [+] e caricare un video dalla memoria del tuo dispositivo o girare uno in quel momento. Effetti di realtà aumentata, filtri per tutti i gusti, font e caratteri per scritte, oltre ad una libreria, pressoché, illimitata di musiche, suoni ed effetti sonori completano il pacchetto.

 

Tik Tok marketing 1

 

Una timeline che permette di piazzare effetti ed emoji dove meglio crediamo, modificando anche luce e contrasti del video, oltre a velocizzare o rallentare la riproduzione delle riprese video.

 

Tik Tok marketing 2

 

Le possibilità e gli effetti di video editing che Tik Tok offre sono di ottimo livello e, facendo un po’ di pratica, sono davvero alla portata di tutti. Questo è uno degli aspetti che molti sottovalutano, ma di fatto ha sdoganato qualcosa di molto tecnico, come fare video editing, rendendolo disponibile a tutti.

 

Una post-produzione facilitata che, una volta conclusa, permette di condividere il risultato su altri social o chat, anche nelle Instagram stories.

Come allenare l’algoritmo di Tik Tok

Il tasto home permette di vedere tutte le novità o i post degli account che segui. La sezione è chiamata “Per te”, perché l’algoritmo di TIk Tok, in questa fase della sua vita di social network, tende a mostrarti contenuti su cui ti sei soffermato particolarmente o con cui hai interagito (mi piace o condivisione).

Una chicca: se un video non ti piace proprio, possiamo istruire l’algoritmo, facendo tap sul video in riproduzione e indicare un “non mi piace”.

Questa azione, soprattutto se sei nuovo sulla piattaforma, farà in modo che TIk Tok ti proponga meno video di balletti e canzoncine e più video che riguardano la tua nicchia di business.  Perché, non ci crederai, ma su TIk Tok si parla anche di business, comunicazione e start up, per esempio.

 

tik tok marketing 3

 

https://www.tiktok.com/@montemagno/video/6866347059490950405?lang=it

 

In questo video Marco Montemagno, esperto di business e comunicazione, fornisce rapidi consigli, pratici, su qualcosa che riguarda la sua sfera.

 Come creare video di successo su Tik Tok

Ok, una volta capito come funziona, possiamo provare a fare dei video e quindi iniziare col Tik Tok Marketing.

Bene, ma come si fa a fare video coinvolgenti ed accattivanti che avranno parecchi like ed interazioni?

A prescindere dal soggetto del video e dall’argomento o dallo scopo finale, ci sono delle piccole linee guida da seguire per fare video coinvolgenti su Tik Tok. Eccone alcune:

 

  • Inquadratura: la scelta dell’angolazione è davvero molto importante. Ovviamente in base a quello che vogliamo comunicare potrà andar bene un mezzo busto (se il video prevede una persona che parla), figura intera se c’è una particolare azione e vogliamo che si veda nella totalità.
  • Illuminazione: Senza dover diventare direttori della fotografia da Oscar, cerchiamo di avere una buona illuminazione sul soggetto del video. Nessuno guarda qualcosa di eccessivamente scuro o troppo luminescente.
  • Stabilità: Immagini tremolanti sono poco attrattive, a meno che non sia palese che tu stia correndo o stia per fare bungee jumping. Prevedi di avere un cavalletto da smartphone o un pop-socket (manico da smartphone) se intendi fare tutto mentre tieni il telefono in mano.
  • Utilizza gli hashtag giusti: Scrivere un titolo che catturi l’attenzione è un ottimo modo per accompagnare il video, inoltre mettere i giusti hashtag, magari facendo una ricerca dei trend con l’icona “lente di ingrandimento”. In questo modo saprai sempre quale sia l’argomento del giorno, sempre nuovo su Tik Tok.

 

Attenzione: mettere hashtag “furbi” come  #perte o #neiperte non farà finire automaticamente il tuo video in home page, come erroneamente si crede.

Tik Tok Marketing: come far crescere il tuo profilo aziendale

La creazione dei contenuti è senz’altro la cosa più importante, ma non si deve trascurare la cura del profilo. Ecco alcuni passi fondamentali per curare il tuo profilo Tik Tok:

 

  • Sii identificabile: Se ha un profilo aziendale assicurati che il nome sia libero e scegli il nome dell’azienda. Essere riconoscibili attraverso il tuo nome, logo e eventuale payoff è molto importante, specialmente, su Tik Tok dove il contenuto è sempre in primo piano.
  • Targettizza il messaggio: Come sugli altri social è possibile, con un profilo aziendale, scegliere la nicchia di riferimento per fascia di età e interessi. Dai un’occhiata agli insight di Tik Tok troverai molte informazioni utili sulla tua nicchia di riferimento.
  • Pubblica regolarmente: Individuato il tuo pubblico, fai delle prove e leggi gli insight per capire le fasce orarie e i giorni migliori per pubblicare i tuoi contenuti. Trovare una regolarità sarà una logica conseguenza ed una buona abitudine, oltre che rendere più facile la programmazione dei video.
  • Sii creativo e originale: Facile a dirsi, ok. E’ molto importante risultare credibili, soprattutto, se fai Tik Tok marketing. Su questa piattaforma dove spopolano i giovani, non puoi essere fuori contesto, devi quindi trovare la chiave giusta per presentare la tua attività, senza risultare ridicolo, ma professionale e brillante.
  • Interagisci con altri utenti: Compatibilmente con il tuo core business, interagire con altri utenti di Tik Tok è possibile e consigliabile. Ci sono delle funzionalità che ti permettono di “sfidare” o “duettare” con un altro utente a ripetere un lip-sync o un balletto particolare. In questo modo, i followers dell’altro profilo ti vedranno e potrai, quindi, acquisire visibilità.
  • Segui i trend: Come detto sopra, stare al passo con i trend del giorno e con gli hashtag di riferimento è fondamentale. Una modalità interessante è la challenge, cioè un “tormentone” , spesso lanciato da influencer o aziende, che sfida gli utenti ad emulare un balletto, una prova di abilità o anche uno scherzo particolarmente divertente. .
  • Interagisci con i follower: Ringrazia, fai domande e saluta i tuoi follower. L’interazione ti permette, come sempre, di farti notare.

4 strategie utili su Tik Tok per il tuo business

Oltre alle utili prassi elencate sopra, possiamo andare nello specifico ed applicare delle vere e proprie strategie per Tik Tok Marketing.

1# Utilizza gli UCG (User Generated Content)

Un nostro bellissimo articolo su gli user generated content, di qualche mese fa, ne sottolineava l’importanza.I contenuti generati dai tuoi clienti/utenti sono, infatti, ciò che di più potente tu possa avere e sfruttare a tuo vantaggio.

Puoi semplicemente fare in modo che venga utilizzato un tuo prodotto nel video, con l’hashtag adeguato e creando un trend potrebbe essere virale ed avere un tasso di visibilità altissimo. Un esempio? La challenge che vede mettere una caramella Mentos nella Coca Cola, un classico scherzo, per un video dall’effetto esplosivo.

Inoltre, potresti fare un montaggio di tutte le recensioni positive che ti lasciano i clienti su altri social, mettendo la giusta musica e qualche ringraziamento, non risulterai troppo autoreferenziale.

#2 Coinvolgi gli influencer

Se hai budget e punti forte ad affermarti con il Tik Tok Marketing, ci sono moltissimi influencer che in questi mesi hanno invaso la piattaforma, pronti per essere ingaggiati. Un modo per trovarli può essere il  creator marketplace interno di Tik Tok, oppure usare Grid, un tool per trovare gli influencer di una determinata nicchia.

#3 Lancia nuovi prodotti

Il format di Tik Tok, con video brevi ed immediati, si presta bene a teaser per creare curiosità ed hype intorno ad un nuovo prodotto. Coinvolgere la propria community con sondaggi e domande, potrebbe essere un modo per aumentare visibilità, oltre che le aspettative sul “nuovo arrivato”.

#4 Comunica valore

Sfatiamo il mito che Tik Tok sia solo un app per il divertimento e le cose frivole. Non ci sono solo video che lasciano il tempo che trovano, fatti giusto per strapparti una risata o far trascorrere il tempo. Ci sono dei contenuti di valore che possono informare, istruire e anche emozionare. Trova il giusto modo di essere prezioso per i tuoi follower.

 

Ecco un esempio dall’account dell’Oms, l’Organizzazione Mondiale Sanità, che informa circa il tracciamento dei contagi da Covid-19. Un modo interessante per sensibilizzare il pubblico di Tik Tok su questi argomento di interessa globale.

 

tik tok marketing 4

https://www.tiktok.com/@who/video/6861108387027913989?lang=it

Tik Tok ads: ne vale la pena?

Un modo più canonico di essere “attivi” col TIk Tok marketing è pagando le inserzioni. Nato da poco, il programma di Ads di Tik Tok ti offre 4 diversi modi di farlo. Nel caso tu voglia investire nella pubblicità, sappi che è indispensabile avere ben chiaro il pubblico a cui ti vuoi rivolgere..

  • In-feed video: E’ una inserzione sponsorizzata che rispecchia i canoni del format di tutti gli altri video, nel cui flusso è inserita, usando la tecnica del native advertising. Un modo per far sì che l’utente la guardi, non avendo la reazione negativa tipica del classico annuncio pubblicitario che interrompe un video (come accade su Youtube, per esempio).
  • #Challenge: Come anticipato prima, hai la possibilità di spingere una “sfida” in cui è presente il tuo prodotto/marchio, facendola diventare virale, pagando una determinata cifra.
  • Brand Takeover: Una sponsorizzata che compare appena si accede all’app.
  • Brandend lenses: Utilizza oggetti e maschere 2D o 3D per creare un effetto virale, quasi, garantito. Pagando questo tipo di Ads puoi utilizzarla per 10 giorni.

 

Le Ads a pagamento per fare Tik Tok marketing hanno dei pro e dei contro.

La nota negativa è che le Ads su Tik Tok, almeno per il momento, sono costose, infatti, solo grandi colossi quali Nike, Coca Cola, Apple possono permettersi di investire.

Inoltre, il 66% degli utenti attivi della piattaforma ha meno di 30 anni, quindi, bisogna valutare il target e il prodotto che proponi. Sembrerebbe saggio, in attesa che si alzi l’età media degli utilizzatori, non investire nelle Ads, almeno fino a quando avranno questi costi elevati.

La nota positiva, se guardiamo più a lungo termine, è che quella generazione lì rappresenta i futuri compratori di domani, coloro che tra qualche hanno avranno il denaro, magari vale la pena crearsi una reputazione adesso ed avere un posizionamento nella loro testa.

Esempi virtuosi di TIk Tok Marketing

Alcuni case studies interessanti sul Tik Tok Marketing, sono quelli di chi si è messo in gioco, adattando la propria comunicazione al format e al pubblico del social preferito dalla Z Generation. Ecco alcuni esempi.

Washington Post

Uno dei quotidiani generalisti più importanti d’America è sbarcato su Tik Tok da qualche mese. I contenuti sviluppati sono, per lo più, degli sketch di redazione in cui si mostra l’autenticità dei cronisti che lavorano al giornale, cercando di avvicinare, in modo ludico, i giovanissimi al mondo dell’informazione cartacea. Nella loro bio si legge, semplicemente, “we are a newspaper”, noi siamo un giornale.

 

Un fantastico esempio di come si può parlare di tutto, nei modi e nel contesto corretto, essendo efficaci e rimanendo, ugualmente, seri e professionali senza perdere credibilità.

 

tik tok marketing 6

 

https://www.tiktok.com/@washingtonpost/video/6870554218399403269?lang=it

 

@Slaviccaesar

Un bellissimo esempio virtuoso di divulgazione storica. Questa ragazza parla di storia, molto spesso di quella che riguarda Roma Antica. Ha oltre 700 mila follower e più 30 milioni di “Mi piace”. Gli hashtag più usati sono #history e #historylesson per i quali si posiziona ai primissimi posti.

 

tik tok marketing 5

 

https://www.tiktok.com/@slaviccaesar/video/6871343222279392518?lang=it

 

Tik Tok: esserci o non esserci?

Arrivati fin qui, possiamo chiederci se Tik Tok è adatto alle aziende? Dipende.

Entrano in gioco, infatti, delle variabili fondamentali, una su tutte il pubblico della piattaforma. Se il pubblico a cui vuoi rivolgerti passa del tempo su Tik Tok, forse dovresti pensare di esserci. Se il tuo prodotto/servizio è adatto alla Z Generation (i nati dal 1995 al 2010), allora fare Tik Tok marketing può essere una bella svolta per il tuo business.

Il concetto di esserci perché ci sono le altre aziende, come detto sopra, può avere un senso nell’ottica futura: questi ragazzi o ragazzini saranno coloro che avranno il potere di acquisto tra 5-10 anni. Esisterà ancora Tik Tok?

Nonostante vi siano stati dei social che sono nati e sviluppatisi velocemente, per poi cadere miseramente nel dimenticatoio, i dati di Tik Tok sembrano dire tutt’altro. A prescindere dalla diatriba, nata negli USA, sul trattamento dei dati sensibili, da parte dell’azienda cinese, i numeri e l’evoluzione della piattafrma social del momento sembrano garantirgli un futuro duraturo.

Tik Tok sembra aver raggiunto un punto di non ritorno in fatto di diffusione e viralità, tanto da  non poter tornare indietro e regredire. Questo, come ci insegna la storia dei social network, significa che, passata la fase in cui a testare la piattaforma sono i più giovani, cominciano ad arrivare le aziende e gli influencer, inevitabilmente, l’età media degli utenti si innalzerà.

Ecco perché acquisire dimestichezza con la piattaforma e con il format di Tik Tok sarebbe un’ottima pratica. Potrai parlare di qualunque argomento, se rispetti le caratteristiche base: immediatezza, sintesi, semplicità e creatività.

Tik Tok Marketing, come reagisce Instagram?

La reazione della “Famiglia Facebook” ( Instagram, Facebook e WhatsApp), alla rapida e proficua ascesa del social orientale, è stata quella di rilasciare una nuova funzione su Instagram, il social più fluido e reattivo ai cambiamenti, chiamata Reels.

Un’implementazione testata per alcuni mesi in Brasile, dove Tik Tok non si è ancora diffuso, e adottata per tutti gli utenti ad agosto 2020. Tecnicamente c’è poco da dire: molto simile a Tik Tok, è nata dichiaratamente per contrastare o rallentarne l’ascesa, a dimostrazione che il format video piace e viene reputato come pericoloso per il marketing di Zuckerberg.

Questo è dimostrato, anche, dallo spostamento, in massa, di vip ed influencer sulla piattaforma Tik Tok, per la quale creano contenuti ad hoc. Da Chiara Ferragni a Fiorello e tantissimi altri hanno deciso di farsi seguire dai loro fans, sfruttando il fatto che la possibilità di crescita è enorme, essendo una piattaforma, relativamente, nuova.

Reels avrà sicuramente maggior risalto su Instagram, a detta degli sviluppatori, proprio per arginare la perdita di moltissimi utenti, a favore di Tik Tok.

Aspettiamoci una bella guerra a colpi di video e creatività.

Conclusioni

Tik Tok non è una meteora e probabilmente è destinata a diventare un punto fermo nel panorama dei social network. Questo comporterà, come abbiamo visto, un innalzamento dell’età media degli utenti attivi e, quindi, anche l’arrivo di molte più aziende che vogliono sfruttare un pubblico così vasto di persone.

Dal punto di vista di Tik Tok marketing, creator, influencer e piccole medie imprese hanno, ancora, un’opportunità preziosa nel testare e provare ad essere attivi su questo social network così particolare ed amato.

Con creatività, semplicità, sintesi ed immediatezza, se hai un’azienda e vuoi provare a fare marketing su Tik Tok non perdere tempo. Valuta pro e contro, stabilisci delle strategie, come quelle sopra esposte, e comincia.

Tu che ne pensi? Hai già iniziato ad usare Tik Tok per il tuo business? Lascia qui sotto il tuo commento.

Avatar

Autore: Giuseppe Molino

Vedi tutti gli articoli scritti da Giuseppe Molino
0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *