Se sei un libero professionista, il titolare di un’azienda o di un’attività commerciale, e hai intenzione di sbarcare sul web, ti stai sicuramente chiedendo quanto costa un sito web.

La risposta più semplice da fornire a questa domanda è il classico “dipende”, ma immagino che non ti soddisferebbe, o in ogni caso non ti risulterebbe utile.

Visto che qui amiamo realizzare contenuti utili per gli utenti, proviamo a scendere un po’ più nel dettaglio, spiegandoti alcuni concetti basilari e illustrandoti i principali capitoli di spesa che compongono il preventivo finale di realizzazione di un sito web.

Per chiarezza, mi riferisco a un sito web vetrina, anche se alcuni costi sono abbastanza trasversali a prescindere dalla tipologia di sito da realizzare.

Cos’è un sito vetrina

Iniziamo dalle basi, ovvero dalla definizione di sito vetrina. Con questo termine si indica un sito web, aziendale o professionale, composto da un tot di pagine statiche, che tendono a restare identiche per un lungo periodo di tempo.

In genere, un sito vetrina è composto da alcune pagine standard, come:

  1. Home page;
  2. Pagina About;
  3. Pagina Servizi/Prodotti;
  4. Pagina Contatti.

Come puoi immaginare, questa struttura di base può variare a seconda delle esigenze del cliente, ecco che un sito vetrina può contenere un catalogo sfogliabile, una landing page specifica, una form per l’acquisizione dei dati del cliente più o meno elaborato, delle FAQ, e così via.

Volendo usare una terminologia alquanto banale, ma a mio avviso efficace, potremmo dire che un sito vetrina è un sito statico, ovvero i cui contenuti non variano nel corso del tempo e che non prevede un aggiornamento costante degli stessi.

Per questa sua natura, il sito web vetrina risulta essere, in media, più economico rispetto a soluzioni evolute, come può essere, ad esempio, un e-commerce.

Inoltre, con la diffusione dei vari CMS – compreso One Minute Site – realizzare un sito web vetrina è molto più facile.

Detto questo, vediamo quanto costa un sito web, analizzando alcune componenti che vanno a generare la cifra in basso a destra nel preventivo.

Costo del professionista o dell’agenzia

Per realizzare un sito web hai bisogno di un professionista del settore, un webmaster o un web designer per intenderci, oppure di una agenzia di sviluppo che si occupa di questo.

Come puoi immaginare, non esiste un tariffario standard, infatti il mercato risulta a tratti un po’ una giungla, dove ognuno opera in autonomia, spesso conducendo una guerra al ribasso che non fa bene a nessuno (nemmeno al cliente, che magari paga meno ma riceve un prodotto più scadente).

In genere posso dirti che un professionista ha un costo orario tra le 8,00 e le 20,00 euro ad ora. In base al numero di pagine, ma anche al tipo di contenuti che vuoi inserire, occorrerà conteggiare le ore di lavoro.

Se fornisci tutti i contenuti, testuali e fotografici, e tutte le indicazioni, il tempo che occorre per produrli sarà un costo che risparmierai a monte. Ma se vuoi che faccia tutto l’agenzia, sappi che va considerato anche un tempo per studiare il mercato, capire cosa vogliono le persone e produrre testi e immagini.

Se poi vuoi affidarti ad una agenzia e quindi vuoi che il tuo lavoro sia seguito da diversi professionisti specializzati (web designer, SEO, copywriter), le tariffe orarie salgono a circa 50 € ora. Se il lavoro richiede 10 giorni di lavoro, che in ore sono 80 ore, è verosimile che il costo possa tranquillamente avvicinarsi ai 4000 euro.

Tutti costi, ovviamente, si intendono + iva.

Questa differenza di prezzi si percepisce inoltre anche su base territoriale. I prezzi praticati dalle agenzie web, o dai professionisti di Milano risultano (in media) più elevati rispetto a quelli di Agrigento, a parità di qualità e competenze.

Per questo, è preferibile richiedere un preventivo a più soggetti, cercando di contattare sia agenzie che liberi professionisti, in modo da avere più offerte da valutare.

Un consiglio che mi sento di darti è di fare sempre delle richieste molto precise all’agenzia o al professionista, per consentire l’elaborazione di un preventivo realmente corrispondente a ciò di cui hai bisogno.

Certo, tu potrai dirmi che non hai idea di cosa chiedere, ma non temere, perché continuando a leggere l’articolo troverai alcune voci di spesa che corrispondono, di fatto, a funzioni o servizi di cui avrai bisogno.

Costo del dominio

Forse non lo sai, ma per realizzare un sito web hai bisogno, prima di tutto, di due cose:

  1. Hosting web;
  2. Dominio.

Cosa sono? Iniziamo dal dominio.

Il dominio non è altro che il nome del sito che intendi ottenere, il classico www.nomesito.it. Per avere quel naming lì, devi acquistare il dominio corrispondente, scegliendo l’estensione più adatta alle tue esigenze. Con estensione mi riferisco al .it, .com, .eu, e così via.

Volendo, puoi acquistare anche più estensioni, magari per proteggere il tuo brand da emulatori o competitor.

Un dominio, salvo rare eccezioni, non costa molto, anzi, in alcuni casi il costo è davvero irrisorio. In alcuni casi è addirittura possibile ottenere il dominio gratis per il primo anno.

In media, si parte da un costo di € 0,99 per il primo anno, con una media per gli anni successivi che va dai € 9,90 ai € 25,00. Esistono dei domini e delle estensioni che costano di più, e variano da provider a provider.

Ecco un esempio preso dal sito di Godaddy.com, uno dei principali fornitori di questo tipo di servizio.

quanto costa un sito web prezzo medio dominio

Costo dell’hosting

L’hosting è qualcosa di un po’ più complesso, che spesso chi non è del settore non riesce bene ad inquadrare.

Per questo motivo, proverò a spiegartelo nel modo più semplice è possibile. Premetto che non sarò tecnicamente impeccabile, ma il mio intento è solo di farti capire in cosa consiste questo hosting in linea di massima.

Un sito web è, di base, un insieme di contenuti collegati tra loro, raggiungibili online ad uno specifico indirizzo, che per l’utente finale sarà il nome dominio e le url delle singole pagine.

Per quanto possa apparire qualcosa di completamente immateriale, nato per autocombustione e fluttuante in questo misterioso “web”, in realtà un sito web è composto di file conservati da qualche parte, fisicamente parlando.

Questo luogo fisico è rappresentato dai server, ovvero computer posti in un luogo specifico, in Italia o all’estero. In questi computer viene dedicato uno spazio al tuo sito web, conservando tutti i file che lo compongono.

Volendo semplificare al massimo, quindi, il tuo sito web è una cartella su un computer che si trova da qualche parte nel mondo, al quale tu e tutti i visitatori potete accedere tramite un collegamento univoco (dominio e IP).

Tutto questo spiegone per farti capire che l’hosting è fondamentale per la pubblicazione di un sito web.

Esistono hosting gratuiti e a pagamento, ma se vuoi avere totale controllo di ciò che succede sul sito ti consigliamo di optare per un servizio a pagamento.

Non ti preoccupare, come il dominio anche un hosting semplice, adatto alle esigenze di un sito vetrina, ha costi davvero minimi, a partire dai € 9,90 all’anno.

Come puoi immaginare, minore è il costo minori sono i servizi associati all’hosting acquistato, ma la scelta finale è dettata essenzialmente dalle tue esigenze, dal tipo di sito che andrai a realizzare, dal traffico che pensi di dover gestire, e così via.

Per darti un’idea, ecco i prezzi degli hosting offerti da Aurba, uno dei principali provider italiani.

costo hosting

Costo del layout del sito

L’aspetto estetico di un sito web è quello sul quale, di solito, chi ne richiede la realizzazione si sofferma di più, anche se, di fatto, non è la cosa più importante da un punto di vista tecnico e strategico.

In ogni caso, tutti vogliono il sito “bello”,  fingere che non sia una richiesta diffusissima vuol dire negare la realtà.

Quando si parla di aspetto estetico del sito ci si riferisce al suo layout, a come appare, e questo può essere realizzato in due modi, uno più professionale e costoso e uno più standardizzato ma spesso più che sufficiente per un sito vetrina.

  1. Sviluppo di un layout dedicato, realizzato da un web designer professionista. In questo caso, il sito viene disegnato e costruito da zero, secondo le indicazioni e i desideri del cliente;
  2. Acquisto di un tema da “montare” sul proprio sito, tramite l’utilizzo di un CMS (WordPress, Joomla, Drupal, ecc…). In questo caso, hai minori possibilità di personalizzare il risultato finale, e rischi comunque di avere un sito uguale a quello di tante altre aziende che hanno acquistato lo stesso tema.

Come puoi immaginare, nel primo caso è come quando decidi di farti cucire un abito su misura da un sarto, scegliendo i tessuti, la trama, il colore, il taglio. Il risultato sarà perfetto per te, ma anche incredibilmente più caro rispetto al vestito pre confezionato in vetrina nel centro commerciale.

La scelta è frutto di una valutazione personale e degli obiettivi che si intende raggiungere tramite il sito web.

Se ti rivolgi ad un web designer per realizzare un layout dedicato, il costo varia in base a una miriade di elementi, un po’ come accade in generale per la realizzazione del sito.

Se, invece, decidi di acquistare un tema online, puoi dare uno sguardo online a siti come Themeforest.com, dove troverai soluzioni di diversa qualità e prezzo, a partire da pochi dollari.

costo tema layout sito

Costo di testi e contenuti per il sito

Come accennato prima, un sito web è un insieme di contenuti, che vanno creati ad hoc. Purtroppo, si pone molta poca attenzione a questo aspetto quando si realizza un sito web vetrina, finendo con lo scopiazzare quello del competitor o del grande brand.

Non è proprio una grande scelta, e non solo dal punto di vista tecnico, ma proprio dal punto di vista di branding. I contenuti e i testi del tuo sito dovrebbero parlare di te e della tua attività, non di quella di un’altra “giovane e dinamica che opera a 360°”.

Esistono professionisti che si occupano della scrittura dei testi per il web, copywriter e web writer che possono realizzare qualcosa di dedicato, per dare un’immagine del brand più limpida ed efficace.

Anche in questo caso, il costo varia in base al professionista scelta, alla sua esperienza e abilità, al numero di testi da scrivere, alla loro lunghezza, e così via.

Poi, c’è il tasto dolente dei contenuti multimediali, in particolare le foto.

Prendere foto da Google Immagini non è la soluzione, soprattutto dal punto di vista del copyright. Esistono siti web dove scaricare foto e immagini in alta qualità, gratuitamente o a pagamento, come Freepik, Unsplash, Shutterstock.

Detto questo, le foto stock tutte uguale, con i tavoli riunione e le strette di mano hanno un po’ scocciato, e la soluzione migliore sarebbe affidarsi ad un fotografo per realizzare delle foto degli uffici, dello stabilimento o del negozio, oltre che del personale.

Anche questo è un costo da mettere in conto.

Come limitare i costi?

Ok, siamo alle solite, il budget è stato usato per questa o quell’altra odissea pubblicitaria andata male, quindi… Ti svelo un segreto. Se non hai intenzione di pagare così tanto per il lavoro svolto da uno o più professionisti, ho una terza soluzione che ti permette di contenere i costi. Curioso?

E se creassi il tuo sito su una piattaforma online?

Se per te un investimento da almeno 2000 euro è proibitivo, ti consiglio di considerare la possibilità di creare il tuo sito su una piattaforma online. Non ti sto dicendo di crearlo da solo, ma di commissionare la realizzazione del tuo sito.

Come sempre, se vuoi avere successo, devi essere in grado di progettare una struttura efficace, creare contenuti utili per i tuoi utenti, e rendere il sito accattivante. Oppure puoi affidarti allo staff di One Minute Site, e fanno tutto loro.

Per One Minute Site la produzione dei siti web in house è iniziata solo da pochi mesi (forse settembre) di quest’anno, e ad oggi Sito Pronto e Ecommerce Pronto sono 2 servizi molto interessanti per chi deve aprire un sito.

Autore: Francesco Ambrosino

Vedi tutti gli articoli scritti da Francesco Ambrosino
0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *