Deliveroo, Just eat, Glovo, Foodora, i servizi di food delivery stanno spopolando anche in italia, soprattutto nelle grandi città.

Sai di che si tratta? Se hai un ristorante dovresti informarti perché sembra che il trend sia in crescita.

Vuoi capire se ti conviene diventare partner di uno di questi servizi? Quanto puoi guadagnare?

Allora sei nel posto giusto! In questo articolo ti spiego le differenze tra i vari brand, vantaggi e svantaggi della partnership.

Differenze tra i vari servizi di Food Delivery

food delivery boy

I servizi di Food Delivery sono diventati la prima opzione per chi non ha voglia di cucinare, ma neanche di uscire a comprarsi qualcosa.

Consentono di ordinare il pranzo o la cena da smartphone.

Ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche, ma non tutte le piattaforme sono uguali.

La prima differenza è nel tipo di servizio: Foodora, Deliveroo, Bacchette Forchette e Uber Eats consegnano il cibo prodotto da locali e ristoranti.

Dispongono di personale e di mezzi propri e, in caso di problemi o ritardi, garantiscono più tutele al consumatore.

Mentre Just Eat è il classico esempio di intermediario!

Il portale offre la piattaforma web per scegliere e ordinare il cibo ma poi, nella maggior parte d’Italia è il ristoratore che si incarica di portarlo a casa del cliente.

Significa che tutto dipende dalla qualità e dalla serietà del ristoratore.

Andiamo più nello specifico

Foodora

Food delivery - Foodora

L’interfaccia è comoda e intuitiva, offre diversi filtri di ricerca (budget, tipo di cucina, consegna o ritiro ecc.) e la consegna è puntuale e senza brutte sorprese.

Foodora è consigliato per chi cerca qualità medio-alta e vive in centro a Bologna, Firenze, Milano, Roma, Torino e Verona.

Un po’ meno consigliato per chi abita in periferia, dove la copertura di ristoranti è inferiore.

Deliveroo

Food delivery - Deliveroo

Deliveroo, disponibile in più città rispetto a Foodora (11 contro 6) è altrettanto facile da usare.

A parte qualche ritardo nella consegna e l’imballaggio non perfetto, il servizio è più che soddisfacente.

Anche per chi non vive in centro!

L’unico difetto dell’app è che non si può scegliere la fascia oraria di consegna.

Bacchette Forchette

Food delivery - Bacchette e forchette

Per quanto riguarda Bacchette Forchette dobbiamo specificare che si tratta di un servizio disponibile solo per milanesi e riminesi.

Non potendo competere con gli altri giganti del food delivery, Bacchette Forchette si è concentrata sull’attenzione al cliente e sulla qualità del cibo con una selezione di ristoranti molto curata.

C’è da sottolineare la vasta scelta del metodo di pagamento: carta di credito e Paypal, ma anche buoni pasto e contanti.

Ed è l’unico servizio che consegna persino in anticipo.

Uber Eats

Food delivery - Uber Eats

Uber Eats per ora è disponibile solo a Milano, dove consegna anche in zone più distanti dal centro con una vasta scelta di ristoranti.

La pecca è che è possibile pagare solo con carta di credito.

Just Eat

Food delivery - Just Eat

Just Eat non è un servizio di food delivery nel vero senso del termine ma un intermediario che offre una piattaforma ai ristoranti che vogliono farne parte.

Impossibile valutare i tempi di consegna, visto che dipendono dal singolo esercente, anche il tempo massimo è di 40/45 minuti di attesa.

La qualità media dei ristoranti non è molto alta.

L’ app offre diversi filtri di ricerca e il pagamento in contanti, con carta o PayPal.

Il punto di forza di Just Eat è la capillarità, “ospita” ristoranti e locali in tutta Italia ed è, al momento, l’unica soluzione disponibile per chi abita in provincia.

Crea il tuo sito web per ristorante

Stai per aprire il tuo ristorante e vuoi farti conoscere in rete? Vuoi cercare nuovi clienti e dare nuova vita al ristorante che gestisci da tutta una vita? Oppure vuoi fare concorrenza al nuovo centro commerciale che ha aperto proprio di fronte alla tua tavola calda?

Rimboccati le maniche, abbiamo la soluzione per te!

Con One Minute Site puoi creare un sito web tutto tuo per promuovere il tuo ristorante, tavola calda o bar. Basta poco e sei online con un sito professionale, curato ed efficace.

Molti altri ristoratori hanno scelto One Minute Site, prova anche tu!

 

Vantaggi e svantaggi della partnership con Food Delivery

Vantaggi e svantaggi food deliveryVantaggi

  • Le piattaforme per ordinare pranzo e cena online non vanno pensate solo come canali di distribuzione, ma anche come veri e propri canali di marketing! Attraverso questi servizi puoi far provare al cliente quello che offri nel tuo ristorante. Devi però aver chiaro il tuo obiettivo! Se usi la piattaforma per bilanciare i cali di domanda, allora conviene puntare su un’offerta accattivante per la massa, per esempio un menu pizza. Se la usi principalmente per promuovere il ristorante, allora è meglio puntare sui piatti più rappresentativi.
  • In definitiva questi servizi sono utili per farsi conoscere, attrarre nuovi clienti e bilanciare i cali di domanda. Ma bisogna fare attenzione a come si usano! Serve un menu ad hoc, con piatti accattivanti, ma anche veloci da gestire, ovvero che non si deteriorano con la consegna.
  • Inoltre, aiutano a migliorare i margini di guadagno e il fatturato! Infatti si abbattono i costi del servizio ai tavoli e si riesce a soddisfare una maggior domanda rispetto ai coperti di un normale ristorante.
  • Queste soluzioni sono utili soprattutto in periodi di più limitato flusso al locale, per esempio in inverno, in particolari giorni della settimana e nella fase di avvio del ristorante.

Svantaggi

  • In primo luogo, non sono servizi gratuiti. In genere è richiesta al ristoratore una commissione sull’ordine (di solito il 20-30%) e c’è un costo di consegna (2-3 euro) a carico del cliente.
  • Oltre a questo, in generale c’è il rischio che il cibo da asporto, invece di essere una piacevole eccezione,  diventi la regola. Questo andrebbe a discapito dei ristoranti, che si svuoterebbero. Si chiama effetto sostitutivo.
  • Un altro rischio è che il tuo ristorante diventi “uno fra tanti“. Questo può succedere se la piattaforma che ti “ospita” non valorizza le tue caratteristiche. Ad esempio se non hai modo di usare un template personalizzato, di inserire delle immagini accattivanti e il tuo logo in bella vista. A che serve avere una vetrina digitale, se non hai modo di personalizzarla in nessun modo? Tienilo a mente quando scegli la piattaforma che vuoi usare.
  • I clienti tendono a preferire il risparmio e non la qualità del prodotto. Se nel web il tuo competitor è ad un click di distanza, qui è possibile trovarlo in elenco, proprio sotto di te e con un mega sconto in evidenza. Il risultato? I clienti opteranno per il fattore risparmio. Vincerà il risparmio e non la qualità (purtroppo) questo perché i marketplace sono popolati da migliaia di locali che propongono il medesimo prodotto.
  • Ritardi nei pagamenti. Purtroppo sono molto frequenti problemi sui pagamenti o meglio lunghissime attese. Chi è già presente sui marketplace sa bene come funziona. In alcuni casi per ricevere il pagamento del cibo venduto bisogna attendere fino a 30 giorni.
  • Fattorini non selezionati e turn over elevato. Un grave problema legato ai maggiori marketplace è proprio la carenza di personale qualificato. Capita di veder arrivare a casa un fattorino sempre diverso a causa del turn over elevato. Piuttosto, dovrebbe accadere il contrario. Il grande valore aggiunto di un servizio lo fanno la fiducia e l’affidabilità, in questo caso ad esempio poter fare affidamento sempre sulla stessa persona.

Il food delivery funziona?

food delivery

Dopo aver letto questa serie di svantaggi ti starai chiedendo perché mai dovresti associarti ad un marketplace.

Principalmente perché il food delivery, ad oggi, è il canale trainante della ristorazione.

Tuttavia devi stare attento e non limitarti solo all’online!

Magari hai già parlato con un consulente di qualche marketplace e ti ha convinto a provare un servizio che funziona, sicuramente…ma non in Italia. Infatti, le strategie digitali del food delivery sono ampiamente consolidate in nord Europa e in Asia. Invece, in paesi come l’Italia e, forse ti stupirà sapere, negli Stati Uniti, i canali che trainano maggiormente la consegna a domicilio del food sono proprio quelli offline.

Occorre l’Omnicanalità

Food Delivery - Omnicanalità

Lo stesso Just Eat, quest’anno, ha investito in pubblicità televisiva e strategie offline, dopo anni di solo marketing online.

Non è un caso che persino il colosso dell’ecommerce Amazon, dopo i vari insuccessi del servizio prettamente online Amazon Fresh (il servizio di consegna di prodotti freschi a domicilio), abbia optato per numerose strategie offline ad inizio 2017.

Ne sono un esempio AmazonGo, Amazon Fresh Pickup, e l’acquisto della catena di supermercati bio Whole Foods Market.

Tali riflessioni ci portano alla conclusione che l’omnicanalità è la chiave per il successo.

Unire le forze, ovvero i canali di vendita digitali ai canali offline, consente un’esperienza d’acquisto unica e completa.

In conclusione

Non scoraggiarti!

Molti tuoi competitors continuano a sottovalutare il potenziale di un canale in costante evoluzione come il Food Delivery.

Adesso, con le informazioni in tuo possesso, potrai optare per scelte più oculate e nettamente più strategiche!

Aderire ad uno di questi servizi di food delivery ti da sicuramente più visibilità, ma sai cosa ti farebbe raggiungere un risultato davvero professionale?

Un sito web specifico per il tuo ristorante!

Con OneMinuteSite è facile e veloce!

1

    Recensioni (1)

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *