Vendere su Amazon da Privato

Vuoi vendere on line su Amazon ma non sai da dove iniziare? Nessun problema! In questo articolo ti spiegherò come affacciarti nel mercato on-line in 6 semplici mosse. 

Prima di tutto voglio spiegarti perché Amazon:

  • il 51% degli Italiani effettua acquisti direttamente su Amazon senza interpellare l’onnisciente Google, conducendo l’intero percorso d’acquisto dentro il marketplace.
  • il 90% confronta il prezzo del prodotto desiderato su Amazon, prima dell’acquisto.

Questi sono dati davvero significativi, soprattutto per te che non hai un e-commerce oppure ne possiedi uno e vuoi lanciarlo sul mercato in maniera poco dispendiosa.

Tieni a mente che vendere su Amazon significa raddoppiare le tue possibilità di vendita e creare semplici ma efficaci strategie.

Un’altro motivo per cui Amazon potrebbe essere indispensabile per te è la possibilità di poter vendere in tutta Europa, senza bisogno di conoscere lingue o mercati specifici.

Da dove iniziare per  avviare una strategia di successo? Te lo spiego subito!

1. Studia la concorrenza

Prima di scegliere quali prodotti e a quale prezzo venderli prenditi un po’ di tempo per studiare la concorrenza.

Il mio primo consiglio è quello di digitare la categoria generica su Amazon e guardare con attenzione i risultati. In prima pagina, eccezion fatta per i prodotti sponsorizzati, troverai i modelli più cliccati e quindi con la più alta probabilità d’essere venduti.

Individua i prodotti più venduti (contrassegnati dall’etichetta arancione “più venduti”)  e puntare su quegli articoli/modelli.

Ricordati però che, nell’80% dei casi, il prodotto che vuoi vendere esiste già su Amazon e quindi dovrai concorrere all’inserzionemase la tua offerta sarà migliore in più punti allora puoi vincere la buybox anche dei best seller!

Non ti sorprendere se vedi prezzi totalmente diversi rispetto al tuo.

Devi sempre tenere a mente che Amazon applica circa un 15% di commissioni, che i prodotti sponsorizzati seguono la logica della PPC oppure che alcuni usano questo canale per liberarsi delle giacenze di magazzino ed in base a tutto questo modificano i prezzi a loro piacimento.

Piuttosto stabilisci un valore economico in base al tuo prezzo di partenza, senza stravolgerlo in base alla concorrenza ma tenendo presente il prezzo della buybox (ti verrà mostrato in fase di creazione inserzione).

2. Apri il tuo canale e Crea le tue inserzioni

Il primo passo riguarda l’apertura del canale: è un procedimento semplice ma molto preciso, quindi assicurati di disporre di tutta la documentazione richiesta.
Puoi creare le tue inserzioni manualmente, senza bisogno di feed o moduli di caricamento, e questo è perfetto per chi possiede solo negozi fisici e non e-commerce, ma chiunque può utilizzare questa tipologia.

Dopo aver inserito i campi obbligatori punta su tre aspetti, che renderanno le tue inserzioni diverse dalle altre:

  • Foto di alta qualità, totalmente scontornate (obbligatorio solo per la prima) e in quantità di 6/7 al massimo
  • Bullet point completamente compilati con descrizioni chiare
  • Keywords specifiche

Una volta pubblicate le inserzioni puoi modificarle nella loro interezza, solo l’ASIN non potrà essere modificato.

3. Sponsorizza i prodotti

Prima di attribuire un prezzo ai tuoi prodotti valuta la possibilità di sponsorizzarli, anche in futuro,  e quindi di poter aumentare il prezzo.

Crea le tue campagne direttamente da Seller Central. Si tratta di campagne PPC, questo significa che i tuoi prodotti compariranno tra gli annunci sponsorizzati in prima posizione nelle diverse pagine ed il click sull’annuncio avrà un prezzo da te stabilito.

Inutile dire che più alta sarà l’offerta per click più avrai visibilità.

Non è necessario avere conoscenze di marketing per creare le campagne.

Amazon è pensato per essere gestito da chiunque: troverai numerose semplificazioni.

Una di queste è la scelta del target, ovvero dei termini di ricerca con i quali vuoi apparire: puoi impostarlo in modalità automatico di modo che Amazon utilizzi le sue parole chiave suggerite.

Avvia le tue campagne con targeting automatico e lasciarle lavorare per circa una settimana, in questo modo verranno raccolte tutte le parole chiave utilizzate direttamente dall’acquirente.

Scarica quindi il tuo report della parole chiave per le campagne desiderate ed utilizzalo per le ottimizzazioni SEO.

4. Ottimizza le tue inserzioni gratuitamente

È vero, le sponsorizzazioni comportano un piccolo investimento, ma il ritorno sarà cospicuo!

Dopo aver raccolto un buon numero di parole chiave per tutte le categorie di prodotto puoi procedere in due modi:

  • Se hanno cominciato a convertire puoi lasciarle attive, segmentandole e magari modificandole
  • Se invece preferisci lavorare sulle ricerche organiche, puoi metterle in pausa e procedere con l‘ottimizzazione SEO

Di cosa si tratta? Semplice: dovrai utilizzare i termini di ricerca individuati nel report ed inserirli nei punti strategici delle inserzioni, questi sono il titolo (inseriscile all’inzio in modo tale che non vengano nascoste dalla troncatura di Amazon), i bullet point ovvero gli elenchi puntati che fungono da descrizione, e la sezione keywords presente nella vista avanzata della creazione manuale delle inserzioni.

Ora le tue inserzioni si indicizzeranno automaticamente, in più tempo ma gratuitamente. Monitora il loro andamento e loro presenza nelle pagine di ricerca in modo da poter effettuare modifiche in corso d’opera.

5. Partecipa alle inserzioni e vinci le Buy Box

Ciò che ti ho appena illustrato è valido per le tue inserzioni autentiche , ovvero prodotti che non esistevano su Amazon e che tu hai inserito per la prima volta.

Come già detto moltissimi prodotti sono già in vendita su Amazon e se sei interessato alla vendita dovrai partecipare alle inserzioni. 

Se il prodotto in questione è venduto da esempio 10 venditori solo uno apparirà nella buy box  (riquadro in alto a destra con il bottone giallo Aggiungi al carrello), gli altri invece, elencati sotto, sono difficilmente individuabili.

Per vincere le Buy Box devi

  • allineare il tuo prezzo a quello corrente
  • offrire spese di spedizione basse (meglio se gratuite)
  • avere un buon livello di feedback

L’algoritmo di Amazon valuta anche altri fattori (quantità di resi, di annullamenti dell’ordine) ma i primi tre sono i fondamentali.

Utilizza la Dashboard dei prezzi per scoprire con che frequenza vinci la buy box e quanto sono competitivi i tuoi prezzi. Ah, segui i consigli di Amazon sull’allineamento dei prezzi!

6. Rispetta il livello di performance di Amazon

Ora che hai creato ed indicizzato le tue inserzioni cominceranno ad arrivare i primi ordini.

Potresti pensare che il lavoro sia finito, ma non è così. Ricordati che Amazon offre una grandissima possibilità di vendita ma non devi trascurare mai i tuoi ordini.

Rispetta le metriche di Amazon per non incorrere in sospensioni, segnalazioni o congelamenti dell’account.

Tips and Trics

  1. Rispondi a tutti i messaggi che ricevi, entro le 24h,  oppure segnali come “risposta non necessaria”
  2. Spedisci gli ordini entro 2 giorni lavorativi, non lasciare mai che un ordine risulti come “spedizione in ritardo”
  3. Apri le pratiche di reso il giorno stesso in cui ricevi la richiesta
  4. Rimborsa l’ordine appena ricevi l’oggetto
  5. Evita la rottura di stock, se non sei certo della veridicità delle tue giacenze carica sempre il -10% della totalità

Vendi su Amazon da privato ma spingi le vendite sul tuo sito

Adesso che conosci tutti i segreti di Amazon sei pronto per iniziare!

Devi sapere però che puoi usare questo marketplace anche in modo strategico! Farti conoscere nel luogo in cui tutti vogliono acquistare qualcosa è un bel vantaggio. Ma puoi anche ottenere di più. Ad esempio sfruttare le vendite che concluderai per promuovere il tuo sito web.

Potresti spedire gli oggetti che vendi corredandoli di un banalissimo volantino che spinga i tuoi clienti ad acquistare direttamente dal tuo sito.

A loro riserverai un prezzo più conveniente, che non prevede le commissioni che pagheresti comunque sul marketplace.

In questo modo indurrai le persone che hanno già acquistato da te a comprare direttamente dal tuo sito.

Non hai un sito? Cosa aspetti a crearlo con Oneminutesite?

La nostra piattaforma è snella e veloce e ti consente, con estrema semplicità, di organizzare schede prodotto efficaci o intere categorie di prodotto. In pochissimo tempo. Prova subito a creare il tuo ecommerce gratuitamente.

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *