Affascinante. Elegante. Semplicemente irresistibile.

Non sto parlando dell’ultima piega che hai realizzato, ma del tuo sito web che mette in evidenza le tue capacità di hairstylist. Il motivo dell’obbligo di averne uno è presto detto: per prosperare la tua presenza online deve essere professionale.

Non puoi più accontentarti di un “sito vetrina” in cui mostri le tue ultime realizzazioni o offri un coupon di sconto. Al giorno d’oggi, le priorità dei tuoi (potenziali) clienti sono cambiate: raggiungere le migliori posizioni nei risultati di ricerca “locali” e offrire servizi (o meglio ancora esperienze) di prenotazione diretta sono le prime necessità cui il tuo sito deve rispondere, per assicurarti una durevole attività di successo.

Come impostare la homepage

La homepage del tuo sito è il tuo biglietto da visita online. È giusto rispecchiare il tuo stile e la tua personalità, ma deve essere costruita attorno ad un unico attore: i tuoi clienti.

Dimentica per un attimo che si parli del tuo sito e indossa i panni del cliente: tu cosa vorresti vedere in home? Quali informazioni cerchi? Quali contenuti ti tornano utili?

Supponi di essere un tuo cliente già fidelizzato: se ti cerca online e visita il tuo sito può darsi che abbia bisogno del tuo numero di telefono, che voglia condividere la tua posizione con un amico, che voglia darsi maggior autorevolezza mostrando i prezzi dei tuoi servizi a nuovi (potenziali) clienti, che voglia essere certo dei tuoi orari di apertura al pubblico o – magari – che voglia prenotare un servizio.

Supponi adesso di essere un nuovo potenziale cliente, che ha sentito parlare di te, ma vuole provare a conoscerti meglio prima di decidere se affidarsi a te.

Oltre alle informazioni necessarie già individuate sopra, è probabile che voglia vedere una photogallery dei risultati raggiunti con altri clienti, la tipologia di prodotti professionali che utilizzi, che si aspetti di trovarti sui social, che voglia poter comprendere nel dettaglio come realizzi un servizio e quanto sei “costoso”.

La struttura migliore per la homepage è quella che risponde al maggior numero di richieste nel modo semplice e minimal possibile.

Quindi, gli elementi che non possono mancare sono:

  • Numero telefonico in bella vista, preferibilmente sia nella parte alta che bassa della pagina: in base alle impostazioni, è infatti possibile che la barra nella parte alta del sito scompaia in fase di scroll. In casi del genere meglio poter contare su un doppione dell’informazione, che sperare che il cliente cerchi la pagina contatti
  • Canali social su cui sei presente: anche in questo caso è meglio prevedere di visualizzarle sia nell’header che nel footer del sito, in modo che siano visibili e cliccabili durante la navigazione
  • Orari di apertura al pubblico: un’informazione spesso data per scontato e che invece può pesare parecchio sulla tua reputazione. Se i tuoi orari di apertura subiscono variazioni, in base alle stagioni o per eventi o impegni professionali, è bene che sul sito sia specificato, in modo da ridurre possibili attriti con i tuoi clienti.
  • Servizi: nella home page ti basterà indicare i servizi che offri, magari suddivisi per tipologia (taglio, piega, colore, effetti, servizi di ricostruzione del capello, extention, e così via), per i dettagli del caso e la richiesta di contatti e informazioni ti suggerisco di rimandare ad una pagina specifica per ogni servizio che offri
  • Photogallery: sai benissimo che mostrare i risultati raggiunti su altri clienti, permette agli indecisi di immaginarsi parte dell’esperienza, crearsi delle aspettative e scegliere di affidarsi a te. Ma non esagerare: è sufficiente una foto ben fatta per ogni tipologia di servizio (e conseguente risultato). Inutile creare in home una photogallery di ennemila foto: rischieresti di rendere più lento il caricamento del sito (con conseguente abbandono degli utenti) e confondere le idee invece di chiarirle
  • Mappa di localizzazione, assicurati di inserire la mappa in home e nella pagina contatti in modo che – a rigor di logica – qualsiasi utente arrivi sul tuo sito riesca a trovarla con facilità.

A questi puoi aggiungere dei brevi testi introduttivi accompagnati da pulsanti che rimandano alle pagine di approfondimento che completano il sito.

Come strutturare la pagina Chi siamo

La pagina in questione è quella che parla di te e ti autorizza ad autolodarti e autoimbrodarti, ma con parsimonia e moderazione.

Ancora una volta, ti invito a vestire i panni dell’utente/cliente (fidelizzato o potenziale): può voler sapere dove hai conseguito i tuoi titoli, da quanto tempo sei in attività, se ti aggiorni e ti specializzi e con quale frequenza, se hai conseguito premi e riconoscimenti, da chi è composto il tuo team e perché tu punti su di loro (titoli, pratica, esperienza, premi), quale motto vi tiene uniti e vi differenzia dagli altri.

Insomma, una presentazione professionale e personale di te e del tuo team che metta in luce il valore umano aggiunto che vi distingue, scritta con sincerità e trasparenza, senza inutili fronzoli, efficiente ed efficace. Meglio se corredata da foto di te e dello staff, nel tuo locale e (magari) con qualche gadget brandizzato (ad esempio, le magliette, gli asciugamani, la reception o anche dei bigliettini da visita) “casualmente” presenti nell’inquadratura.

Come presentare i tuoi Servizi

Ed eccoci alla pagina che richiede la massima attenzione fin dalla fase di progettazione. A meno che tu non abbia integrato in sala qualcosa di veramente unico e solamente tuo, è probabile che i servizi che offri siano del tutto simili a quelli degli altri hair stylist sulla piazza. Se così fosse, il rischio di dover “combattere” coi tuoi colleghi a suon di prezzi, è alto e probabilmente poco conveniente per te.

Per tua fortuna invece, le differenze agli occhi dei clienti ci sono, si notano e sono vere e proprie travi, non pagliuzze come immagini.

La prima differenza la fai tu, il tuo approccio, il tuo modo di proporre il servizio. La seconda differenza la fa la tua professionalità e il modo di gestire l’esperienza che offri ai clienti. La terza differenza può farla la landing page che decidi di strutturare per presentare il tuo servizio.

Come strutturare un sito per parrucchieri con One Minute Site

Ecco allora che nella “sezione servizi” (che può includere anche pacchetti speciali come cerimonie e matrimonio) è meglio non solo integrare la lista dei servizi, con prezzo in vista e rapporto dettagliato del problema principale che risolve, ma anche un pulsante (la call-to-action) che conduca ad una pagina specifica in cui potrai:

  • introdurre il problema da risolvere
  • presentare la tua soluzione (il servizio)
  • spiegare in cosa consiste
  • mostrare vantaggi/svantaggi rispetto a soluzioni alternative
  • indicare la durata e le eventuali fasi di realizzazione
  • inserire photogallery con risultati specifici, meglio se organizzati in modo da mostrare il prima e il dopo di ogni trattamento per evidenziarne l’efficacia
  • prevedere una sezione di domande frequenti sull’argomento, cioè le domande che i tuoi clienti continuano a propinarti da anni quando proponi quel determinato servizio (ad esempio, mi maltratterà i capelli? E la ricrescita come la gestisco? Io che faccio piscina 3 volte a settimana posso farlo o no? Perché costa così tanto? I prodotti usati sono naturali? Che garanzie ho? Quanto tempo durerà l’effetto?)
  • inserire un modulo di contatto per eventuale richiesta di informazioni dirette e mirate.

Sull’ultimo punto della lista, mi permetto di aggiungere una nota a margine: oltre al classico modulo di contatto, puoi organizzare la pagina dedicata al servizio in modo da richiedere la prenotazione di un appuntamento con un widget o anche un “chiamaci adesso” (che funziona molto da smartphone).

Reservio: gestire gli appuntamenti per un parrucchiere è semplice

software per prenotazioni parrucchiere Reservio

Il bottone per le prenotazioni di Reservio è un’interessante opzione per qualsiasi azienda che necessiti di uno strumento semplice e intuitivo per gestire gli appuntamenti online.

Tutto quello di cui hai bisogno è iscriverti al sito di Reservio, compilare le informazioni relative alla tua disponibilità e aggiungere un pulsante per le prenotazioni sul tuo sito web.

Grazie al pulsante per le prenotazioni, i tuoi visitatori potranno visualizzare gli orari in cui sei disponibile e prenotare un appuntamento ad un orario che vada bene ad entrambi. Esattamente come quello che vedi qui sotto.

Inoltre puoi collegare a questo strumento la tua pagina Facebook. Fai in modo che i tuoi fan possano facilmente fare un prenotazione online.

Definisci come preferisci gestire la situazione e poi integra gli strumenti necessari: non è necessario che tu ti adatti a tutti i canali di contatto, è fondamentale invece che tu possa garantire un’ottima gestione del servizio. I veri clienti apprezzeranno.

Quali informazioni inserire in tutte le pagine del tuo sito

Che ti abbiano cercato e trovato su Google, che arrivino nella homepage, che siano arrivati sulla landing page che parla di un servizio specifico o che abbiano cliccato su un post di Facebook per arrivare alla pagina dei contatti, poco importa: è fondamentale che all’interno della pagina i tuoi (potenziali) clienti siano invogliati ad agire!

Puoi invitarli a chiamarti per un appuntamento, a compilare un modulo di contatto per ricevere informazioni, a venirti a trovare in sala, a prenotare un appuntamento e molto altro (penso ad esempio all’iscrizione ad un programma fedeltà o il download di un coupon o l’acquisto di un pacchetto di servizi/prodotti).

Qualunque sia il tuo obiettivo, il footer può essere la risposta ai tuoi dubbi!

Il footer infatti è una sorta di aggregante: sempre presente in ogni pagina, se ben strutturato ed impostato, può permetterti di portare all’azione anche gli utenti di passaggio.

Il minimo sindacale prevede che nel footer siano inseriti:

  • i canali social
  • il numero di telefono/email
  • gli orari al pubblico
  • indirizzo fisico del salone.

Ma in base al tuo gusto puoi ampliare le informazioni condivise e proporle in modo gradevole e lineare.

NB. Ricordati che nel footer, per legge, devono anche essere presenti l’intestazione sociale della tua attività e la partita iva di riferimento, oltre il link alla privacy policy e tutto il necessario per gestire il GDPR. Se hai un sito su One Minute Site questi aspetti vengono gestiti a monte, devi solo inserire il testo della tua privacy policy, nella apposita pagina.

Integrazioni di cui non puoi fare a meno

Ma a che serve avere un sito web completo, piacevole e navigabile se lo trovano in pochi o lo visitano utenti distanti centinaia di chilometri da te? Più o meno a nulla.

Per migliorare la visibilità nella tua zona e attirare quindi nuovi clienti, ti suggerisco di gestire la tua presenza su Google My Business e prendertene cura, ad oltranza. E a questo aggiungi anche la presenza costante sui canali social, quali Facebook e Instagram, mostrando ogni giorno l’ambiente di lavoro, il team in piena attività, la soddisfazione dei clienti e i risultati raggiunti.

Conclusioni

Come diceva Henry Ford:

Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece schiamazzano come impazzite. Qual è la conseguenza? Tutto il mondo mangia uova di gallina.

È esattamente questa la strada da percorrere se vuoi assicurare lunga vita al tuo business: professionalità, cura del cliente, adattamento agli strumenti di comunicazione, presenza sui social e un sito web semplice da navigare e utile per i tuoi clienti.

Prova a svilupparlo con One Minute Site. Oppure affida al team della piattaforma lo sviluppo del tuo sito web professionale.

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *