Autore: Francesco Ambrosino

Vedi tutti gli articoli scritti da Francesco Ambrosino

Portare online un’attività può apparire una procedura semplice, immediata, a portata di clic ed economica, ma non è così.

Certo, rispetto al passato è senza dubbio più facile aprire un e-commerce e iniziare a vendere prodotti online, ma non si deve mai confondere l’immediatezza con l’efficacia.

Negli ultimi anni mi è capitato molto spesso di ricevere richieste di preventivo per la realizzazione di un e-commerce, o per una strategia di social commerce, e la mia risposta è sempre la stessa: non basta mettere i prodotti online per venderli, è necessario un progetto di business ben definito.

Come puoi immaginare, 9 volte su 10 questo progetto non esisteva, e non sarebbe esistito mai.

Se vuoi davvero portare la tua attività online in modo efficace, ti consiglio di continuare a leggere questo articolo, perché sto per svelarti la formula segreta.

Scherzo, non esiste la formula segreta. Ciò nonostante, posso darti qualche spunto utile, pratico e concreto per partire.

Pronto? Bene, iniziamo!

1. Non improvvisare

Il primo consiglio si lega a quello che ti ho detto nella parte introduttiva dell’articolo: vendere online non è facile, e non lo puoi fare senza un progetto.

Quindi, non improvvisare, non pensare di partire in quarta senza prima togliere il freno a mano, potresti fare danni anche seri al tuo business.

Studia, preparati, pensa, ripensa ancora, e passa al punto numero 2.

2. Affidati a professionisti competenti

Fare e-commerce, o in generale vendere online, richiede competenze specifiche, sia tecniche sia gestionali, e ti posso assicurare che non si trovano così facilmente.

Non ti affidare al primo consulente che passa, e non ti focalizzare solo sul prezzo proposto, perché potrebbe essere economico ma non adeguato al tuo scopo.

Fai con calma, e scegli chi vuoi al tuo fianco in questo viaggio, lungo e pieno di ostacoli ma anche di opportunità.

Più avanti ti suggerirò una soluzione ideale da valutare con attenzione.

3. Procedi in modo graduale

Se sei nuovo alla vendita online, ma hai un business già da molto tempo, magari un’attività commerciale locale, devi sfruttare due asset fondamentali:

  • la tua conoscenza del settore, del prodotto e della categoria merceologica;
  • l’impatto che i prodotti hanno sul pubblico in negozio.

A cosa servono questi due asset? Ad aiutarti in una importantissima fase embrionale del progetto, che consiste nella scelta di cosa vendere online.

Il mio consiglio è di procedere con calma, in modo graduale. Parti da pochi prodotti, quelli che sai avere più presa sul consumatore finale, e aggiungi gli altri piano piano, con il passare delle settimane e dei mesi.

Partire con l’intero catalogo in vendita dalla sera alla mattina è controproducente, anche perché rende più complesso il punto 4.

4. Organizza la logistica e la gestione del flusso di lavoro

Vendere online presuppone la presenza di due fattori: la capacità di gestire il flusso di lavoro, che comprende ad esempio il caricamento e l’aggiornamento delle schede prodotto e la raccolta e l’elaborazione degli ordini, e la logistica, che riguarda non solo le spedizioni, ma anche il magazzino e lo stoccaggio della merce.

Non puoi certo pensare di andare in posta a spedire ogni prodotto ordinato, o di chiamare il corriere di volta in volta.

Hai bisogno di siglare un accordo con un partner, che ti possa garantire spedizioni rapide e a costi sostenibili con il tuo business, la tracciabilità e la garanzia della consegna, ma anche la gestione dei resi.

Se pensi di non voler gestire, almeno nell’immediato, una mole di spedizioni ingente, allora ti consiglio di puntare su quello di cui parlo nel punto 5.

5. Sfrutta il dropshipping

Se vuoi vendere online senza gestire un magazzino dove stoccare i prodotti, con relativi costi e procedure, puoi sfruttare il dropshipping.

Cos’è il dropshipping?

Beh, essenzialmente si tratta di una vendita per conto terzi, nel senso che tu vendi prodotti che qualcun altro possiede fisicamente in un magazzino e che si occuperà di spedire al cliente finale.

Se vuoi approfondire il tema, ti consiglio di leggere il questo articolo dedicato alla vendita senza magazzino.

In questo modo, tu devi solo occuparti della promozione del tuo store online. Della gestione dell’ordine, che verrà poi evaso dal fornitore, si farà carico il dropshipper, ovvero un grossista.

Una tale gestione ti permette di ridurre al minimo i costi di startup e gestione, ma anche di avere meno rischi imprenditoriali e meno “sbatti” organizzativi.

La piattaforma più famosa in Italia per il dropshipping è Shopify, che grazie a Oberlo, ti offre la possibilità di vendere della merce senza di fatto possederla.

Proprio qualche settimana fa One Minute Site ha lanciato un nuovo prodotto: puoi richiedere un pronto su piattaforma Shopify. Una buona opportunità, a costi contenuti, per creare un eCommerce all’avanguardia. Perfetto per le piccole attività.

Te ne parlo nel punto 6.

6. Scegli una piattaforma affidabile

Come ti ho spiegato nel punto 1, vendere online richiede competenze specifiche, ed è meglio affidarsi ad un partner esperto ed affidabile.

Grazie all’esperienza maturata nel mondo dell’eCommerce di Sintra Consulting, Agenzia Shopify Partner a livello italiano, il team One Minute Site è in grado di progettare il negozio online che hai sempre sognato, con la piattaforma più all’avanguardia del momento.

Il cliente è costantemente supportato nella progettazione del proprio e-commerce, nell’analisi e nel processo di crescita.

Scopri di più qui.

7. Sfrutta i social per promuovere i tuoi prodotti

Anche il miglior e-commerce del mondo ha bisogno di una strategia di acquisizione traffico, ovvero un modo per portare potenziali clienti sulla scheda prodotto che vuoi vendere.

Uno dei sistemi più rapidi è, senza dubbio, l’utilizzo dei principali social network, Facebook e Instagram in testa.

Crea una presenza su queste piattaforme, realizza dei contenuti accattivanti, belli, capaci di attirare l’attenzione, e sponsorizzarli scegliendo con cura il target a cui mostrarli.

Mi dispiace, ma se pensavi di mettere il sito online e ricevere traffico come per magia devi ricrederti, e studiare una strategia di digital marketing efficace. 

Conclusioni

Promuovere la tua attività online, come vedi, richiede tempo, risorse, dedizione, competenze, esattamente come aprire un negozio fisico.

Non avere fretta, prenditi il tuo tempo per analizzare tutti i pro e contro, fare due conti e capire in che modo affrontare questa nuova sfida. 

Se lo fai con criterio, e  un po’ di sale in zucca, potrai raccogliere i frutti di ciò che avrai, con pazienza e duro lavoro, seminato. 

Autore: Francesco Ambrosino

Vedi tutti gli articoli scritti da Francesco Ambrosino
0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *