Cosa cos’è la web usability? I principi base per rendere il tuo sito facile da navigare.

Mai sentito parlare di web usability, UX, User Experience? Ultimamente si vedono circolare molto sulla rete, ma non sono termini solo per gli addetti ai lavori, in questo articolo ti spiego a cosa si riferiscono.

Se hai un sito personale o professionale e vuoi aumentarne la visibilità e incrementare le vendite dovresti pensarci.

Basta poco, basta immedesimarsi nel tuo utente tipo e rendere la navigazione il più semplice possibile.

Cosa significa web usability?

La web usability è la disciplina che studia come creare un sito web usabile. Un sito web si dice usabile quando riesce a soddisfare rapidamente i bisogni informativi dell’utente. E quando l’utente ha una buona esperienza su un sito web, ha sicuramente soddisfatto il suo bisogno informativo.

A questo punto, prova a domandarti cosa riesce a soddisfare il bisogno informativo dell’utente. Di sicuro l’aver trovato l’informazione che cercava, averla compresa e letta senza difficoltà, nel più breve tempo possibile.

Come fare un sito web usabile

Usability

Ecco alcuni elementi essenziali affinché il tuo sito web sia per definizione “usabile“.

I contenuti

Il sito deve saper rispondere alla domanda dell’utente! Dal punto dell’usabilità le caratteristiche del contenuto usabile sono le seguenti:

#1 La soddisfazione del bisogno informativo dell’utente

L’utente deve essere soddisfatto della risposta. È del tutto inutile avere un sito accessibile, se le informazioni contenute sono inutili per il lettore.

Ho spesso parlato di contenuti di qualità, ma la qualità è un concetto soggettivo e relativo. Sul web non esiste un metodo per misurare oggettivamente la qualità di un testo.

Generalmente, il contenuto di qualità può essere riconosciuto dal comportamento dell’utente. Se l’utente si sofferma a leggere l’articolo per molto tempo, lo inserisce tra i preferiti o lo condivide sui social network, lo cita sul suo blog in modo naturale e, infine, torna a leggerlo periodicamente, di sicuro quel testo è di buona qualità.

#2 La comprensione del testo

La risposta deve essere facilmente comprensibile per l’utente. Per usufruire dell’informazione, l’utente deve prima capirla.

Un testo di buona qualità dovrebbe offrire un mix di informazioni adeguate su un particolare argomento. Tutto questo in una forma grammaticale, semantica e lessicale facilmente comprensibile dall’utente.

Oltre alla forma, devi pensare anche al tono del linguaggio che usi. Per essere comprensibile il testo deve essere scritto con il linguaggio dell’utente finale. Se l’utente finale è poco preparato deve essere elementare. Se immagini che il tuo target sia più esperto, puoi usare anche termini più tecnici.

L’accessibilità

Usability

Ho detto che il contenuto è fondamentale, ma è altrettanto vero che un contenuto di qualità deve essere facilmente fruibile dal lettore, ossia dall’utente finale.

È inutile fornire le risposte giuste, magari proprio quelle che l’utente cerca, se poi si trovano nascoste in fondo alla pagina, tra i messaggi pubblicitari, oppure sono scritte con caratteri talmente piccoli da richiedere una lente d’ingrandimento.

#1 La facilità di accesso alle informazioni

Le informazioni devono essere immediatamente disponibili. Più tempo impiega l’utente per trovare l’informazione utile in una pagina, meno è usabile il tuo sito.

Per rendere il tuo sito accessibile devi seguire una serie di regole di buona organizzazione dei contenuti informativi.

Si parla di accessibilità proprio perché l’utente deve poter arrivare e accedere alle informazioni che sta cercando in modo semplice e veloce. Ad esempio, i contenuti devono essere immediatamente accessibili dall’utente, scritti con una dimensione del carattere adeguata al dispositivo di lettura dell’utente ( computer, Tablet o smartphone ), e facilmente navigabili.

#2 La navigabilità di un sito

L’utente deve poter navigare facilmente tra le pagine del sito web, tornare alla home page o aprire gli altri documenti correlati sull’argomento che sta leggendo senza perdersi. La struttura del sito web deve essere costruita per agevolare la navigabilità delle pagine.

Una buona struttura di navigazione fornisce all’utente finale la possibilità di orientarsi e di capire in quale punto del sito si trova. L’uso delle breadcrumbs ( briciole di pane ) è una buona regola di usabilità.

La navigazione può essere facilitata anche grazie ad un menù di navigazione sui documenti, dei link di approfondimento tematico sugli argomenti, un pulsante per tornare alla home page del sito, al documento precedente e seguente, alle pagine correlate, ecc.

Tutte queste informazioni devono essere inserite in modo tale da non distrarre o infastidire l’utente. Devono essere intuitive e comprensibili, fornire un servizio utile ed essere vicine ai contenuti principali della pagina senza sovrapporsi.

User Experience (UX)

UX

L’UX ovvero la user experience, è l’esperienza dell’utente sul tuo sito e dovresti cercare di renderla il più piacevole possibile. Devi mirare ad aumentare il tempo che passa sul tuo sito e diminuire il tasso di rimbalzo(la percentuale di utenti che apre il sito e poi se ne va).

Devi considerare tanti aspetti per andare incontro al tuo utente tipo: predisposizioni, aspettative, bisogni, motivazione, umore. Entrano in gioco molti aspetti che hanno più a che fare con la psicologia che con l’informatica.

Allo stesso tempo devi considerare anche le caratteristiche del sistema che hai a disposizione. Come è stato progettato il tuo sito, quanto è complesso, che scopo ha e qual’è la tua chiamata all’azione?

Perché l’esperienza utente è così importante?

UX

Pensa che per diversi anni, aziende come Google, eBay e Amazon hanno messo l’esperienza utente (UX) al primo posto, quando ancora non era un termine così in voga. Che ne pensi, ne è valsa la pena no?

E non è finita, continuano a studiare il comportamento dei loro clienti e a garantire servizi di alta qualità.

Su internet (e non solo), il cliente è il re.

I visitatori del tuo sito possono scegliere di abbandonare il tuo sito web in qualsiasi momento. E questo accade soprattutto quando la navigazione è difficoltosa, il contenuto non è interessante o non immediatamente fruibile.

Basta un po’ di buon senso, se i tuoi utenti non riescono a trovare facilmente le informazioni o peggio ancora non riescono ad acquistare i tuoi prodotti, lasciano velocemente il tuo sito web e fanno acquisti altrove.

E dove vanno? Semplice! Dai tuoi concorrenti!

La differenza tra Usabilità e User Experience

Usability vs UX

Tutto chiaro fino ad adesso? Ad esempio UX e usabilità sono la stessa cosa? Non proprio.

L’usabilità non è altro che uno dei mattoni dell’UX.

Esistono siti che forniscono esperienze fenomenali ma sono tutt’altro che usabili e altri estremamente usabili e niente più.

Cercando di contestualizzare queste definizioni nel panorama web, l’obiettivo dell’usabilità è quello di creare sito e piattaforme fruibili e di semplice utilizzo, mentre quello della UX è quello di fornire una memorabile esperienza all’ utente prima, durante e dopo l’utilizzo di una specifica piattaforma.

In sintesi, l’usabilità fa riferimento alla facilità con cui gli utenti, interagendo con un sito, riescono a raggiungere un obiettivo, mentre l’ UX valuta la soddisfazione dell’interazione utente con il sito.

In conclusione

Un sito web accessibile soddisfa l’esigenza informativa e risponde alla domanda dell’utente finale, fornendogli l’informazione che sta cercando. L’offerta informativa viene presentata in una forma, in una struttura e in un modo facilmente accessibile e comprensibile per l’utente.

Oltre a questo, l’utente deve essere libero di leggere le altre pagine del sito, oltre quella che sta leggendo, per approfondire gli argomenti. Deve poter navigare nel sito, muoversi liberamente tra gli altri documenti del sito web.

Il risultato finale di tutto questo è un’elevata esperienza utente. Quando tutto questo si verifica possiamo affermare con estrema certezza che il sito web è usabile.

Adesso che ti ho spiegato quali sono i concetti base della web usability, puoi cercare di adattare il tuo sito personale o e-commerce. Se non ne hai ancora uno, crealo su One Minute Site!

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *