Stai progettando il tuo nuovo sito e cerchi idee da cui trarre ispirazione? In questo articolo trovi le ultime tendenze del 2020 in fatto di web design.

I tempi cambiano e le mode passano sempre più velocemente, anche nel web design, e sono sufficienti pochi elementi per rendere il tuo sito vecchio e datato in men che non si dica. Ma riuscire a mantenere un aspetto professionale e moderno non è una missione impossibile: è sufficiente conoscere e seguire i trend che – sul lungo periodo – ti garantiscono di non perdere posizioni agli occhi degli utenti.

Web Design: tendenze 2020

Il web è sempre più votato al mobile: viviamo con gli smartphone perennemente a portata di mano. Ed è proprio da questi che ci muoviamo online, tra siti e app.

Lo dicono tutti da diversi anni ormai che il sito deve essere costruito per il mobile, ma – ad oggi – basta fare un giro online per incappare ancora in strutture obsolete, difficili da navigare e quasi impossibili da leggere, perché costruite per la fruizione da desktop.

La prima domanda da farti per capire se stai seguendo correttamente i trend è: il tuo sito funziona su mobile? Riesci a leggere i contenuti senza dover allargare lo schermo? Riesci a cliccare sulle voci di menu e su pulsanti senza difficoltà?

Se la risposta è no, ti consiglio di metterti subito al lavoro (da solo o con il tuo webdesigner di fiducia) per portare il tuo sito all’A.D. corrente!

La soluzione esiste ed è semplice: si chiama Responsive e ti permette di utilizzare layout adattabili ad ogni dispositivo digitale, il che significa che puoi avere un unico sito web che appare (quasi) uguale da desktop, mobile e tablet.

Risolta la questione mobile, andiamo a vedere nel dettaglio quali saranno le altre tendenze da tenere in considerazione per la creazione o il rinnovo del tuo sito web.

#1. Microanimazioni

Parliamo di piccole animazioni utili per creare movimento, divertire e – soprattutto – guidare gli utenti ad interagire con il tuo sito web, aggiungendo anche un elemento di gioco.

Ti mostro alcuni esempi pratici per comprendere appieno le potenzialità e per ispirarti 😉

[Fonte: https://awwwards.com]

Questo tipo di animazioni sono diventate popolari anche grazie a siti quali canva.com, mailchimp.com, wetransfer.com e oggi sono alla portata di tutti (o quasi): importante è avere chiara l’idea che vuoi realizzare per rendere più piacevole l’esperienza sul tuo sito.

[Fonte: https://www.theedigital.com/]

Ragiona in termini di visitatore del web per essere sicuro che stai facendo la scelta giusta: ad esempio, ti mostro un ecommerce che usa le microanimazioni per migliorare l’esperienza degli utenti e per mostrare la qualità dei prodotti.

[Fonte: https://www.theedigital.com/]

In alternativa, puoi optare per microanimazioni di abbellimento per arricchire visivamente il sito, senza però appesantirlo in termini di risorse necessarie, in modo da garantire sempre tempi di caricamento ragionevoli.

Esistono strumenti che ti permettono di creare animazioni in modo semplice e veloce: ad esempio Lottie e BodyMovin sono l’ideale per gli appassionati di After Effects che vogliono realizzare ed esportare piccole animazioni sul web.

[Fonte: https://airbnb.design/]

#2. Forme e asimmetrie

Le forme sono state un must del web design durante tutto il 2019 e continueranno ad esserlo anche nel 2020. Quello che cambia è la tipologia di forme utilizzata.

Siamo stati abituati all’utilizzo di forme geometriche caratterizzate da linee rette e spigolose. Le nuove frontiere del web design invece tendono all’utilizzo di forme organiche, morbide, fluide e (preferibilmente) asimmetriche, come succede in natura. Pensa ad esempio ad un profilo collinare o ai bordi di un fiume, ma anche alla fusione di forme piene e vuote sullo sfondo per dare tridimensionalità alle pagine, come fa Android:

[Fonte: https://www.theedigital.com/]
E che dire delle asimmetrie? Permettono di creare gli spazi giusti che focalizzano l’attenzione dei visitatori online, spostando i loro occhi dalla parte più piena e pesante a quella più chiara, essenziale e leggibile di una pagina web. È una questione di delicati equilibri. Ecco un esempio per maggior chiarezza

[Fonte: https://www.kreoweb.com/]
La maggior parte dei template che popolano il web si basano su una struttura a griglia, dove gli elementi si dispongono su linee e confini immaginari: personalizzare il tuo sito web creando una struttura asimmetrica ti permette di distinguerti a colpo d’occhio dalla massa e di essere ricordato per la creatività che ti rende davvero unico.

#3. Video

Sempre nell’ottica del movimento i video sono stati il trend più battuto nel 2019: il 60% dei siti che sono stati premiati ai Web Design Awards presentavano proprio questa particolarità. E – secondo i trend – i video continueranno a brillare di luce propria: uno sfondo video è infatti lo strumento più efficace per vivacizzare il sito, catturare l’attenzione degli utenti e prolungare la loro permanenza online.

Un esempio eccellente nell’uso del video di sfondo (che attira, trattiene e non rallenta i tempi di caricamento) lo trovi sul sito del National Parks.

[Fonte: https://artsandculture.withgoogle.com]
In alternativa all’uso del video, puoi pensare di sfruttare diversamente il sistema di scorrimento, giocando di grafiche sovrapposte per creare effetti di movimento in modo semplice. Un esempio di movimento sfizioso creato con l’ausilio di collaborazione tra effetti parallasse lo trovi qui

[Fonte: https://www.kreoweb.com/]

#4. Minimal

Che Less is more ce lo sentiamo ripetere da qualche anno ormai. Apple ha fatto suo il concetto ed è stata presa da molti ad esempio per l’essenzialità del suo sito. Nel 2020, il minimalismo continuerà la sua evoluzione: pare che assisteremo sempre più a sperimentazioni di design minimal ma colorati.

Shopify ha già iniziato con il design minimale colorato e semplificato

[Fonte: https://www.theedigital.com/]
Perché colorato è più bello! E perché il minimal è un concetto più ampio che va applicato non solo alla gestione degli spazi, ma anche alla quantità degli elementi: meno pulsanti, meno ombre, meno colori, meno immagini, meno parole sono tutte scelte che si traducono in un maggiore impatto emozionale per l’utente.

[Fonte: https://www.kreoweb.com/]

Conclusioni

Come abbiamo visto negli esempi  riportati, il principale obiettivo del web design non è estetico ma funzionale e può influenzare (non poco) il rendimento di un sito web.

Oltre all’aspetto visivo (e all’impatto emotivo correlato) c’è un di più, fatto di navigazione, usabilità e facilità di interazione che insieme determinano l’esperienza dell’utente. E l’esperienza influenza le percezioni che influiscono sui comportamenti e – quindi – sui tuoi affari.

E adesso dimmi: il tuo sito web quanto è in linea con i trend? Quale ti ha colpito e può essere davvero efficace secondo te? E quali modifiche pensi di poter apportare al tuo sito per renderlo più accattivante e allettante per i visitatori? Dimmi la tua nei commenti e confrontiamoci: ti aspetto 🙂

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *