Sito professionale: fatti strada nel mare magnum del web

Con l’avvento di Internet e del World Wild Web si è posto per aziende e professionisti la necessità di avere una vetrina sul mondo accattivante e personalissima, rappresentando una vera rivoluzione, oltre che un’opportunità per incrementare e ampliare la propria attività fidelizzando i clienti già acquisiti e trovandone di nuovi. Il vecchio marketing si è convertito in “web marketing” che sfrutta il canale web attraverso il proprio sito professionale; online le regole del gioco cambiano rispetto al mondo offline, risulta necessario ristrutturare le strategie, il merchandising, la disposizione dei prodotti ed il sistema di vendita, tutto in un mondo virtuale.

Il web presenta dei vantaggi indiscutibili rispetto alle normali attività offline:

  • avere un sito professionale consente di esssre disponibili 24 ore su 24 da quanlunque utente,ed essere raggiungibili e rintracciabili da qualunque parte del mondo;
  • un sito professionale consente di abbattere i costi di un’attività commerciale offline raggiungendo un pubblico vastissimo;
  • un sito professionale consente di poter stare al passo con la velocità con cui la tecnologia si muove, basti pensare a quali passi da giganti ha compiuto la tecnologia solo negli ultimi 10 anni;
  • un sito professionale consente di poter stare sempre al passo con i cambiamenti del consumatore, poichè un sito professionale ha un sistema di manutenzione e aggiornamento a costi contenuti;
  • cambia il modo in cui gli utenti si relazionano con il web e un sito professionale non può prescindere da questa evoluzione continua;
  • cambia la comunicazione, infatti gli utenti sono sempre più informati e attenti durante la navigazione, il web rappresenta una infinita fonte di informazioni, e per questo prima di effettuare un acquisto online oppure una qualunque altra azione prima di concedere la propria fiducia si informano e conoscono. Per questo motivo un sito professionale, che sia aziendale o personale, deve tenere conto dell’utente

 

Come creare un sito professionale

Tutto quello che serve sapere per “esserci” e svolgere le proprie attività online

“Esistere” online non vuol dire “esserci”, avere un sito professionale non è che il primo passo per poter accedere alle innumerevoli opportunità che la rete offre.
Le aziende che vendono prodotti e servizi online sono in continua crescita, ma perché un’attività commerciale possa avere successo non è necessario stupire ocn effetti speciali. Il primo passo da compiere è avere un sito professionale che segua, nella struttura, poche semlici regole:

  • Scegliere un dominio facile da ricordare, e che sia esplicativo dell’attività che il sito professionale svolge;
  • l’utente al primo posto: per creare un sito professionale è necessario porsi dalla parte dell’utente, il percorso di navigazione deve essere semplice, lineare e intuitivo. La cosa primaria è agevolare il più possibile l’utente a muoversi nel sito professionale e poter compiere l’azione obiettivo del sito professionale, che sia una vendita o l’iscrizione ad una newsletter o semplicemente reperire informazioni;
  • rendere il più possibile chiaro l’obiettivo del sito professionale,strutturando l’intera architettura del sito professionale intorno all’obiettivo aziendale;
  • essere originali, ma anche tenere sotto controllo quel che fa la concorrenza, infatti seppur virtuale il web è pur sempre un mercato, con le medesime regole, sul quale bisogna fare delle analisi;
  • aggiornamento continuo: un sito professionale necessita di cura e aggiornamenti continui, ciò fa gioco forza al posizionamento all’interno dei motori di ricerca, infatti più il sito professionale è aggiornato maggiori saranno le possibilità che i motori lo vedano e quindi abbia una posizione migliore rispetto agli altri. Inoltre l’aggioranmento continuo è un elemento di attrazione per i clienti o i visitatori abituali del sito professionale e crea fidelizzazione;
  • essere social e Web 2.0: internet, attraverso i social network e gli elementi web 2.0, consente interattività, sovvertendo le regole della comunicazione pubblicitaria classica, ossia un rapporto uno a molti. Con le nuove tecnologie social la comunciazione diventa molti a uno, infatti è possibile creare relazioni e rapporti, ossia un vero dialogo tra utenti e azienda o professionista. Se non opportunamente gestita questa nuova realtà può anche avere conseguenze negative, oppure estremamente positive;
  • costruire la reputazione del proprio sito professionale realizzando una rete di link in entrata ed in uscita al sito professionale, creando di collegamenti tra siti professionali e non, per migliorare l’immagine del sito professionale agli occhi degli utenti ma non solo, anche agli occhi dei motori di ricerca, incrementando la propria credibilità.

 

Tutto quello che non deve mancare nel tuo sito professionale

Un sito professionale, che sia per azienda o per professionisti, deve seguire regole ferree in merito alla sua architettura, elementi fondamentali da cui non è possibile prescindere.

    • Home Page. L’home Page è la vetrina di un sito professionale, costituisce ciò che un utente, che ricerca prodotti e servizi online, vede dell’attività per questo deve catturare l’utente in pochissimi secondi. Infatti un utente staziona all’interno della home page massimo 8 secondi per poi decidere se proseguire o meno la visita. In questo tempo si gioca tutto il lavoro fatto sul sito professionale, per questo motivo la pagina deve esprimere l’identità dell’azienda, di quel che l’azienda fa, ed esprimere un vantaggio per l’utente derivante dal rimanere all’interno del sito;
    • Chi siamo è la pagina che parla della vostra attività, costituisce un elemento fondamentale, infatti comunica i vostri valori e la mission. Gli utenti non si soffermano a leggere tutto, ma colgono i tratti più salienti per loro, parola d’ordine: sintesi;
    • servizi e prodotti cuore pulsante del sito professionale rappresenta l’obiettivo del sito professionale. È di primaria importanza consentire al visitatore una navigazione il più semplice possibile proprio perchè l’obiettivo è converiter l’utente in cliente, e proporre ostacoli alla navigazione equivale ad aver perso irremediabilmente uno o più clienti. Ciò detto diventa necessario categorizzare i prodotti/servizi, creare sottosezioni con foto e descrizioni analitiche, o schede tecniche;
    • testimonianze o referenze siti professionali di maggior successo risaltano questo tipo di pagina consentendo agli utenti di verificare la reputazione dell’azienda e la sua credibilità;

 

  • contatti deve proporre numero di telefono, email, fax, contatti skype, indirizzo, tutti gli strumenti con cui poter comunicare con l’azienda o il professionista. Questa pagina deve poter essere trovata ed usata da qualunque parte del sito professionale perchè rappresenta un elemento rassicurante per l’utente oltre che un elemento di maggiore credibilità.

 

Come posizionare un sito professionale nei motori di ricerca

Ovvero istruzioni per l’uso della search engine optimization

In gergo tecnico SEOSearch Engine Optimization, indica una serie di attività finalizzate al posizionametno del sito professionale all’interno dei risultati dei motori di ricerca in base a determinate parole chiave. In rete sono a disposizione di tutti consigli utili per ottimizzare il proprio sito professionale, che step by step illustrano cosa bisogna fare e come agire per posizionare il sito professionale. Le tecniche dell’ottimizzazione riguardano tre livelli del sito professionale:

    • pagine, nel codice HTML
    • le immagini;

 

  • contenuti del sito professionale.

Esistono dei semplici trucchi per poter indicizzare e migliorare la posizione:

    • inserire il sito professionale nelle principali directory e in altri siti che hanno un page rank importante;
    • segnalare la url del sito professionale a google
    • linkare il sito professionale in blog o forum di settore e non
    • scrivere testi aggiornati ed interessanti e aggiornarli con frequenza;
    • intergrare il mondo dei social network, fonte costante e ocntinua di traffico, come pagine facebook o account twitter, al sito professionale, ciò vuol dire che avere un account nei vari social network aiuta ad aumentare il traffico;
  • utilizzare gli strumenti viral marketing il “passaparola” che quindi funziona in modo indipendente e automatico.