Questa mattina, navigando in rete, ci siamo imbattuti in un articolo davvero curioso dal titolo “Tutti i colori del web” pubblicato proprio ieri su Tagliablog.

Questo articolo ci è apparso subito particolarmente interessante in quanto richiama l’attenzione su una tematica fondamentale per la realizzazione grafica di un sito web: la scelta dei colori.
Troppo spesso abbandonata al caso ed alle circostanze (leggi gusto personale) la scelta dei colori di un sito web rappresenta in verità un passo importante che incide significativamente sull’usabilità e navigabilità del sito stesso.
Come si osservava già qualche anno fa su un articolo pubblicato da Shiny News, “la comunicazione via Internet utilizza ben più del semplice testo scritto“. La grafica e la scelta dei colori rivestono pertanto un ruolo assai rilevante in quanto contribuiscono a costruire il progetto comunicativo molto più delle parole. Se poi si considera il fatto che il tempo che le persone dedicano alla lettura si sta drasticamente riducendo, anche in rete, il colore rappresenta un ottimo strumento per colpire l’attenzione ed indirizzare la lettura verso i contenuti del nostro sito che desideriamo far conoscere maggiormente.
E’ bene tuttavia ricordare che “la forza comunicativa del colore-come si specifica ancora nell’articolo di Shiny News-non è data dal suo uso semplice. Una pagina con tutti i testi in rosso su sfondo bianco non è diversa da una pagina con tutti i testi neri su sfondo bianco. Allo stesso modo, usare semplicemente uno sfondo colorato non aiuta il navigatore a comprendere meglio i nostri messaggi. A contare sono e devono essere le variazioni di colori e il filo logico continuo e coerente nel loro uso. Semplificando, con l’utlizzo di diversi colori possiamo sviluppare fondamentalmente queste azioni comunicative, dalla più banale alla più complessa: aumentare la leggibilità, evidenziare, ottenere uniformità o difformità informativa, cercare le associazioni emotive“.

Le funzioni dei colori
Al di là del significato profondo che ogni colore è in grado di evocare, per il quale lasciamo spazio alla cromoterapia, è interessante conoscere nel dettaglio le funzioni dei colori. Ecco le principali funzioni riportate anche nell’articolo di Shiny News:

  • aumentare la leggibilità dei contenuti: l’utilizzo del colore incide sulla leggibilità di un testo, agevolandola. A tale proposito è opportuno ricordare che una maggior leggibilità è garantita dall’impiego di testi scuri (tipicamente neri) su sfondi chiari (tipicamente bianchi). Non è infatti consigliato utilizzare testi colorati su sfondi colorati, a meno che il contrasto non sia molto elevato in quanto tale scelta potrebbe comportare effetti di vibrazione sgradevole per il lettore;
  • evidenziare parti di testo: l’uso dei colori per mettere in rilievo alcune informazioni è strettamente connesso a quanto detto sopra. E’ tuttavia opportuno sottolineare come è bene “non esagerare con troppe varietà, che possono disorientare il lettore e metterlo nella condizione di non capire più le differenze. Meglio ancora sarebbe utilizzare i colori in alcune aree delimitate del documento (magari delimitate fisicamente, con filetti o trame separatrici), mantenendo il resto molto neutro (nero su bianco o con sfumature di grigio)“. Si consiglia sempre di attenersi a tinte pastello o colori scuri, utilizzando il blu per indicare link ad altre pagine web;
  • ottenere uniformità o difformità informativa: anche in rete ogni lettore, pur inconsapevolmente, tende ad apprezzare l’uniformità del testo. Si consiglia pertanto di utilizzare il colore essenzialmente per evidenziare piccole parti di testo. In questo caso è tuttavia possibile non fare ricorso al colore, prediligiendo ombreggiature e sfumature diverse, che pur richiamando l’attenzione su alcune parti di testo, slavaguardano l’uniformità della pagina stessa;
  • cercare le associazioni emotive: “ogni uomo tende ad associare, consapevolmente o inconsapevolmente, un colore a un particolare sentimento o sensazione. Tradizionalmente, per esempio, il rosso indica allarme, l’arancione avvertimento, il giallo attenzione, il marrone solidità, il blu serenità, il verde sicurezza“. Anche nella fruizione di una pagina web tali associazioni possono concretizzarsi. Ecco che una pagina contenente colori caldi e luminosi può trasmettere un senso di vicinanza amichevole e confidenziale da parte dell’azienda verso l’utente. Utilizzati soprattutto per target giovani, possono attirare l’attenzione in modo significativo. I colori caldi e scuri vengono solitamente utilizzati per dare un tocco classico, tradizionale, elegante. “La pagina composta con questi colori può risultare rilassante, seria e composta, soprattutto se i colori sono equilibrati rispetto al bianco“. I colori freddi e luminosi comunicano freschezza e sono considerati colori raffinati e professionali. I colori freddi e scuri simboleggiano invece calma e stabilità, la sicurezza. Essi sono indicati come ottimi sfondi, anche perché permettono a colori vivaci di “uscire” con forza dalla schermo. Ai colori neutri solitamente non si associa un valore emotivo ma piuttosto un valore funzionale in quanto sono indicati utili per esaltare o contenere l’effetto di altri colori.

Colors of the web

La scelta dei colori per il tuo sito

Oltre alle precedenti considerazioni di carattere puramente generale, è opportuno adesso comprendere come orientare la scelta dei colori per un sito web. Solitamente per siti web personali ed amatoriali si lascia più spazio al gusto personale. Cosa che invece non accade per i siti web aziendali, dove la scelta dei colori risulta vincolata all’immagine offline dell’azienda. Biglietti da visita, brochure, depliant, logo e sito web: tutti questi elementi dovranno essere coordinati tra loro assumendo i colori del logo come elemento di unione.Inoltre, un altro fattore di primaria importanza è dato dal mercato di destinazione del sito: bisogna sempre tener presente le differenze culturali in vigore tra i diversi paesi del mondo, anche in relazione al colore.

La scelta dei colori rappresenta quindi un fase importante nel processo di realizzazione del proprio sito web, una scelta da non sottovalutare e non lasciare mai al caso, anche se questo qualche volta può aiutare. Una piccola curiosità: “Pare che lo stesso Mark Zuckerberg, quando gli domandarono come mai avesse scelto il blu come colore del logo di Facebook, abbia dichiarato: “I’m color blind, it’s the only color I can see” (ovvero sono daltonico, è l’unico colore che posso vedere)”.

Fonti:

Tutti i colori del web

– I color del web

L’uso dei colori nella comunicazione

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *