logo_pinterestNon c’è posto migliore per crere la tua tua visual storytelling di Pinterest, altro potente strumento di marketing in grande espansione!

Conosci i termini ufficiali di questo social?

  • Board: si intende una lavagna, un album o una cartella che viene creata e in cui sono riuniti tutti Pin che hanno aspetti in comune.pinterest
  • Pin: to pin in italiano “appendere“. Con pin si intende la puntina o spilletta che viene utilizzata per appendere un foglio ad un muro/lavagna.
    Nel caso di Pinterest si intende una foto, un video o un’immagine che viene “pinnata” sulla bacheca.
  • Repin: con questo termine si intende condividere l’elemento di un altro utente sulla propria bacheca.

Pinterest è una piattaforma basata sulla condivisione di  immagini e video, utile ad utenti ed aziende per comunicare, attraverso la creazione di lavagne tematiche (board), prodotti e valori aziendali.

Tutti i social possono aiutarti nella creazione del tuo storytelling, ma Pinterest è quello che forse di più ti permettere di far immergere gli utenti nel tuo ambiente proprio per il suo aspetto visual!

Suddividere la propria bacheca in Pin permette di:

  • differenziare i contenuti per raggiungere un pubblico ampio di persone;
  • mantenere alta l’attenzione sul brand;
  • emergere dal flusso indistinto di immagini mettendo in contatto persone con gli stessi interessi.

Ma ciò che davvero è utile, soprattutto per le attività SEO che riguardano il tuo sito web, è la possibilità di poter “pinnare” le immagini direttamente dalle tue pagine web creando così un link. In questo modo Pinterest potrebbe essere per te una nuova fonte di traffico in grado di creare link building al tuo sito ed agire sul posizionamento del tuo sito web.

5 consigli per ottimizzare i tuoi Pin su Pinterest:

  • Organizza le board per tematiche ben differenti, ma che abbiano un filo logico tra di loro in modo da creare una buona visual storytelling del tuo brand.
  • Fai buon uso dei Rich Pins: Pin che ti permettono ad esempio la geolocalizzazione delle immagini oppure se hai un e-commerce puoi indicare il prezzo direttamente sui tuoi articoli. Le categorie per le quali al momento è possibile utilizzare Rich Pins sono film, articoli, prodotti, luoghi, ricette e app.
  • Fai descrizioni brevi ma esaurienti utilizzando gli hasthtag migliori, per facilitare la ricerca del tuo Pin su Pinterest.
  • Usa solo immagini di qualità e dimensioni accettabili, per promuovere il tuo sitoweb
  • Non avere paura di pinnare contenuti non tuoi: Pinterest permette di ripubblicare, nella tua board tematica, contenuti di altre persone che ritieni interessanti.

Esempi di Visual Sotrytelling di Brand famosi:

Enaudi:
Enaudi seleziona citazioni, curiosità, aneddoti e vita degli autori abbinandole alle immagini di copertina di libri nuovi, creando così contenuti da inserire su Pinterest. Un modo notevole di fare comunicazione, che non si limita soltanto ad informare gli utenti sui prezzi dei libri!

enaudi

Leroy Merlin:
Leroy Merlin ha creato board tematiche sui vari ambienti della casa come il balcone, l’orto, l’aria aperta riprendendo immagini sia dal catalogo che da altri utenti. L’obiettivo è quello di suscitare interesse negli utenti spingendoli ad atterrare nel proprio sito.

leroy_merlin

Fino ad ora abbiamo parlato di come utilizzare le immagini su un Social così creativo, ma per quanto riguarda i video e la loro gestione?

E’ facile immaginare quanto la produzione di un video bello e di qualità sia molto più complicata di scattare una foto! Però potenzialmente il video è molto più forte dell’immagine, ma perché possa avere successo è importante trovare un modo per differenziarlo dai classici format, rendendolo così fruibile sui Social.
Una possibilità da poter sfruttare potrebbe essere quella di utilizzare un’immagine con un link che rimandi direttamente ad un video o ad una pagina del sito contenente un video.

E tu quali strategie metti in pratica su Pinterest per promuovere il tuo sito web?

Leggi anche i precedenti articoli: