Ritorniamo a parlare del title di una pagina web, elemento fondamentale per il posizionamento della stessa sui principali motori di ricerca, ed affrontiamo di nuovo l’argomento prendendo spunto da un interesssante articolo pubblicato qualche giorno fa da Tagliablog dal titolo “Quanto deve essere lungo il title?“.

Sembra ormai diventato palese come Google modifichi frequentemente i title delle pagine web all’interno dei risultati di ricerca. Stando a quanto si legge in rete ciò potrebbe essere dovuto a tre recenti aggiornamenti all’algoritmo di Big G finalizzati a:
– accorciare un titolo in modo da renderlo più coinciso quando è troppo lungo;
– migliorare l’efficienza nella generazione del title;
– fare in modo che il title descriva efficacemente la pagina di riferimento.
Ma esiste un modo per fa sì che Google non modifichi arbitrariamente un title? Beh, Tagliablog ci svela qualche piccolo trucco.
Fino ad oggi si è sempre pensato che valesse la buona regola dei 70 caratteri ovvero che il title fosse all’incirca questo numero di caratteri,  che non contesse ridondanze ed un numero eccessivo di keywrod, ma adesso sembra che qualcosa sia cambiato. Sembra infatti che Google non solo tenga in cosiderazione il numero dei caratteri ma anche la larghezza in pixel del tag title.
Sembra che il numero magico adesso non sia più 70 caratteria ma 512 pixel!
!

Articoli correlati:

Titolo di una pagina web: attenzione a che cosa scrivi

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *