Hai un account Twitter? Lo usi regolarmente, ma non riesci mai a comunicare tutto quello che vorresti?

Quante volte ti sei dovuto confrontare con l’insormontabile limite dei 140 caratteri per postare un tweet?

Forse non sai che esistono alcune applicazioni che aggirano questo limite e ti possono essere utili per esprimerti su Twitter anche se non hai il dono della sintesi!

 4 Strumenti per andare oltre

Una semplice applicazione che può aiutarti se sfori con i caratteri è Tall Tweets. Il suo funzionamento è abbastanza semplice: basta loggarsi su Twitter e autorizzare l’accesso al programma. In questo modo, potrai scrivere quanto vuoi e il tuo post verrà suddiviso in più tweet consecutivi se scegli la modalità “tweetstorm”(foto) oppure in una sola immagine che verrà incorporata nel tweet se usi la modalità “tweetshot”.

esempio talltweet

Twishort si basa su un principio diverso. Dalla homepage dell’applicazione si collega l’account Twitter, dopo di che, potrai scrivere nel box apposito il messaggio che preferisci, anche oltre il ben noto limite. Una volta inviato, sul tuo profilo Twitter verrà visualizzato un tweet di 140 caratteri, ma con un link sul quale cliccare per poter leggere il resto del messaggio.

esempio twishort

 

Stessa cosa propone Twitlonger, cioè, si scrive nel box, si invia a Twitter e si crea automaticamente un link cliccabile che permette di leggere tutto il tweet.

Jumbo Tweet è un’altra applicazione simile alle precedenti, con la creazione automatica del link al termine del tweet

Grazie a questi semplici programmi online si aggira in maniera creativa il limite imposto dal Social Network.

 

twitter

 

Una considerazione va comunque fatta. Ogni Social Network ha la sua funzione e il suo scopo, con diverse modalità di utilizzo e logiche di condivisione, legate anche al tipo di utenti che lo usano. Perciò, se i 140 caratteri non ti bastano, forse Twitter non è lo strumento più adatto per i tuoi scopi.

 

D’altro canto, la sintesi e la rapidità di condivisione di un tweet permettono di raggiungere un pubblico che non sarebbe raggiungibile diversamente e di comunicare in tempo reale in occasioni particolari, per esempio, durante eventi speciali, con il Live Tweeting.

 

Un po’ d’esercizio per ridurre la lunghezza del nostro post nei limiti dei 140 caratteri potrà comunque essere utile anche per gli altri social dove pubblichi normalmente, dato che, in ogni caso, l’utente medio non legge, di norma, oltre le tre righe di testo!

 

Dicci la tua

Pensi che questi suggerimenti ti siano stati utili?

Vuoi approfondire ancora l’argomento?

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *