Come Personalizzare la Pagina Carrello del tuo eCommerce

La pagina del carrello è una delle pagine più importanti del tuo sito di eCommerce.
Puoi considerarla come l’equivalente della commessa sorridente che ti accompagna alla cassa quando compi i tuoi acquisti nel tuo negozio di fiducia.

 

Quindi, per raggiungere i tuoi obiettivi di conversione dovrai avere delle attenzioni particolari affinché ogni cliente possa fare sempre più affidamento sul tuo eCommerce, concludendo in maniera soddisfacente la propria esperienza d’acquisto e magari ritornando in futuro a visitare il tuo sito per nuovi acquisti!

Durante il nostro Webinar gratuito, Roberto Fumarolafounder di Qapla, ci ha proposto i suoi consigli per ottimizzare il tuo Carrello. Approfondiamo con lui l’argomento!

La prima cosa che devi tenere presente nella tua pagina carrello è che al suo interno devono essere riportate le informazioni sui prodotti scelti dal cliente, in modo chiaro e immediato. Al suo interno non può mancare:

  • L’Immagine del prodotto
  • La Descrizione del prodotto
  • La Disponibilità del prodotto
  • La Quantità del prodotto scelto
  • Il Prezzo

Spesso il carrello viene usato dagli utenti come una sorta di wishlist temporanea, dove il cliente deposita i prodotti che gli interessano e sulla quale ritorna successivamente per decidere cosa acquistare e cosa no. Perciò, è importante ripetere tutte le informazioni relative ai prodotti anche all’interno del Carrello, in modo da facilitare le operazioni di acquisto dell’utente.

Le altre informazioni che devono essere sempre presenti nella pagina carrello sono:

  • Le Spese e i Tempi di Spedizione
  • Le Modalità di Pagamento

Attenzione! Ricordati di togliere il tasto “Svuota il carrello” dalla pagina carrello e usa altre modalità di selezione e deselezione dei prodotti (per esempio, la spunta a fianco dell’articolo) per permettere l’eliminazione di un articolo.
Infatti, questo tasto fa da elemento di disturbo all’interno del carrello e può essere schiacciato per errore dall’utente, facendogli perdere il tempo impiegato fino a quel momento nella sua spesa online e rischiando di farti perdere guadagni.

Segui questi suggerimenti, ti saranno molto utili per evitare di costruire un pessimo carrello come l’esempio qui di seguito.

 

Un pessimo carrelloes_pessimo_carrello

  • Nota troppo lunga e che non dà informazioni rilevanti rispetto ai prodotti.
  • L’immagine del prodotto è troppo piccola.
  • La quantità degli articoli è lontana dal prezzo e dal costo totale degli oggetti.
  • La modalità per proseguire l’acquisto non è chiara, a causa della call to action che svia l’attenzione del cliente.

 

Un buon carrello

es_buon_carrello

 

  • Immediatezza e chiarezza di informazioni del prodotto, dell’immagine e delle modalità di spedizione, con le tariffe e i giorni di consegna previsti.
  • La sezione alla base della pagina, funziona da rinforzo alla fiducia del cliente nei confronti del sito, dato che mette ben in luce tutte le garanzie offerte dall’eCommerce ai suoi utenti.

Tutto questo serve per cercare di rendere il più semplice e soddisfacente possibile l’esperienza vissuta dal tuo cliente durante la navigazione nel tuo eCommerce.
Tutta la struttura del tuo carrello dovrà essere di immediata comprensione per facilitare il percorso di scelta dell’utente che, per dirla con Steve Krug, “non vuole pensare” mentre compie i suoi acquisti online.

 

Grazie a Roberto Fumarola per i suoi preziosi consigli!

 

 

0

Lascia il tuo commento

Lascia qua la tua recensione.
Dicci cosa ne pensi dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *