Vendere prodotti artigianali online: scopri come fare

Il web ti offre molte piattaforme su cui vendere i tuoi prodotti artigianali. Dai marketplace, che prevedono quasi sempre delle commissioni, fino alla pagina Facebook, hai un’ampia scelta di soluzioni per vendere i tuoi oggetti handmade. In questo articolo ti spiego come vendere online i tuoi prodotti artigianali, in base alle tue esigenze.

I prodotti artigianali, in alternativa ai prodotti industriali standardizzati, sono considerati oggi preziosi e unici, tanto da aver acquisito un interessante valore di mercato.

Se hai  la fortuna o l’estro di creare articoli handmade, sappi che hai tra le mani un mestiere“d’oro”.

Oltre agli accessori, per la casa o personali, altri prodotti artigianali che hanno un’interessante domanda online, ci sono i prodotti tipici alimentari: marmellate, confetture o prodotti tipici regionali. Anche in questo caso, sono tantissime le persone che in rete cercano questo genere di beni.

Se sei un artigiano, o hai un’azienda che vende prodotti tipici tipici, dovresti provare ad intercettare questa domanda. Far conoscere ciò che fai, in questo senso, è indispensabile.

In altre parole devi cercare i giusti canali per promuovere la tua attività.

Vendi i tuoi prodotti artigianali online

I tuoi oggetti fatti a mano sono preziosi, e sul web hai molte probabilità di venderli. A patto che tu sappia come fare.

Non ti basta avere una pagina su Facebook, devi capire come destare interesse e curiosità verso ciò che fai e capire dove le persone cercano questa tipologia di prodotti.

Fare piccoli investimenti di tempo, e si, anche di denaro per capire cosa vogliono i tuoi clienti potenziali.

Ma andiamo per ordine. Ecco alcuni suggerimenti per costruire un’offerta efficace e intercettare le persone giuste.

#1 Crea un’identità ai tuoi prodotti

prodotti artigianali

I tuoi clienti acquistano da te perché riconoscono la tua voce tra mille, oppure perché cercano un prodotto carino a basso prezzo?

A chi vuoi comunicare? Scegli consapevolmente il tuo pubblico. E cerca di capire dove trovare i clienti che stai cercando. Quelli che saranno in grado di apprezzare il tuo lavoro.

Se il tuo obiettivo è offrire un prodotto di valore, concentrati su un’idea originale. Prima di pensare alla vendita accertati che i tuoi prodotti piacciano alla gente.

Cerca di capire bene a chi ti rivolgi, individua la tua nicchia di mercato.

I tuoi sono oggetti unici. Distinguiti anche nella comunicazione, attraverso un’identità definita che sia orientata ad un pubblico specifico. Mi spiego meglio.

Per le tue creazioni usi esclusivamente materiali riciclati ed eco compatibili? Per attrarre un pubblico sensibile all’ambiente, devi comunicare principalmente questa caratteristica.

Non puntare genericamente su fashion e moda. Questo non significa che le tue creazioni non saranno belle. Ma il valore aggiunto, la tua unique selling proposition (unica proposta di valore) sarà incentrata sull’uso di materiali riciclati ed ecofriendly.

Ti faccio un altro esempio. Se crei articoli per neonati, come catenelle per il ciuccio, accessori per la dentizione e collane da mordere studiate per agghindare le neomamme, devi preoccuparti di evidenziare il fatto che i materiali che usi siano atossici. In legno o lattice naturale, sottolinea che i tuoi articoli non hanno alcun tipo di controindicazione.

Inoltre devi curare la comunicazione, ovvero il marchio della tua attività e le confezioni che usi per recapitare i tuoi articoli (packaging).

Scegli con cura i colori che ti identificano e lo stile che applicherai alle confezioni, alla tua pagina Facebook, ma anche al tuo sito web!

Ma occhio, perché non esistono solo questi canali. Seguimi, ho un paio di suggerimenti per te!

#2 Promuovi i tuoi prodotti artigianali su Etsy

estsy.com per vendere prodotti artigianali

Esistono diverse piattaforme online, dette marketplace, in cui puoi trovare le più svariate merci di venditori diversi. Per intenderci siti web come Ebay o Amazon.

La piattaforma per eccellenza per i prodotti handmadeEtsy.com: qui l’artigianato è di casa.

L‘unica regola è vendere prodotti fatti a mano oppure vintage. Essendo un contenitore di offerte molto verticale, incentrato sull’handmade, puoi intercettare un pubblico che sta già cercando oggetti come quelli che vendi.

Inoltre, un po’ come accade su tutti i marketplace, il tuo potenziale cliente presta moltissima attenzione ai feedback che il venditore ha ricevuto dai propri clienti.

Se pubblichi i tuoi oggetti qui, devi essere impeccabile. La qualità mostrata deve rispecchiare sempre ciò che vendi. Mai deludere le aspettative di un acquirente!

Con Etsy, inoltre, puoi gestire la tua attività davvero ovunque. Hai a disposizione l’app “Vendere su Etsy“!

Gestisci gli ordini, modifica le tue inserzioni e rispondi in breve tempo agli acquirenti. Essere pronti a relazionarsi con il tuo pubblico è fondamentale.

In più hai accesso a statistiche dettagliate sulle prestazioni del tuo negozio online per aumentare le vendite.

Per quanto riguarda il regolamento su tariffe, commissioni e pagamenti ti rimando a questo link, in cui troverai tutte le informazioni necessarie.

#2 Sfrutta Amazon Handmade

vendere su Amazon handmade

Anche colosso di Jeff Bezos ha aperto una nuova sezione dedicata all’handmade.

Qui puoi vendere solo ed esclusivamente se sei un artigiano, non se rivendi prodotti d’artigianato. A tal proposito, sarà utile dedicare particolare attenzione al tuo profilo da artigiano. Puoi esporre i tuoi lavori e raggiungere i tuoi potenziali clienti

Puoi offrire ai tuoi clienti la possibilità di personalizzare i prodotti e creare prezzi davvero unici. Un’opportunità interessante, che rende unica anche la tua offerta commerciale.

Inoltre puoi vendere in tutti i 5 marketplace di Amazon, gestendo tutto da un unico account.

La visibilità, trattandosi di uno spazio relativamente nuovo, è inferiore, ma le tariffe applicate al tuo negozio online sono più accessibili rispetto ad Etsy.

La commissione di Handmade è del 12%, ed è applicata al totale pagato dal cliente per l’ordine. La commissione minima applicata è di 0.50 euro€.

Se non hai la partita IVA o non l’avessi inserita nel portale, allora alla commissione del 12% verrà applicata anche l’IVA del mercato di vendita.

Ti faccio un esempio: se il tuo prodotto ha un prezzo di 20 euro, devi aggiungere il costo di spedizione (5 euro), per avere un valore totale dell’ordine di 25 euro. La commissione totale sarà pari al 12% di 25 euro, ovvero 3 euro. 

Se non hai la partita IVA, inoltre, alla commissione applicata da Amazon (3 euro), devi applicare l’IVA del 22%, ovvero 0,66 euro. In questo caso, la commissione totale è pari a 3.66 euro.

Qui trovi tutte le informazioni sulle commissioni del programma Handmade.

In compenso non hai nessun costo di avvio o canoni mensili. Paghi solo se concludi la vendita.

#3 Registrati su MissHobby, il marketplace made in Italy

vendere su Miss hobby _le catenelle di margherita_

Se crei borse fatte a mano, orecchini ed originali creazioni in fimo, dovresti valutare questa piattaforma. Ma anche se crei prodotti alimentari utilizzabili nel cake design.

MissHobby è il marketplace che da spazio ai creativi di tutto il mondo, in cui vendi con soli 12 € all’anno e il 3,5% di commissioni sulle vendite.

Se sei una Handmaker per hobby o una designer professionista, qui hai la possibilità di vendere i tuoi articoli.

Le categorie vanno da prodotti per la cura del corpo, all’abbigliamento e agli accessori donna, sino ai deliziosi necessaire per i più piccini, o al cake design: tutto rigorosamente fatto a mano.

Interessante la possibilità di condividere le tue esperienze con i membri della community: potresti essere tu stessa a dare suggerimenti utili ad un neofita in cerca del materiale giusto.

#3 Il Marketplace di Facebook per promuovere i tuoi prodotti

vendere su Marketplace

Come ormai ben sai Facebook è uno strumento potentissimo. Prova a usare il Marketplace per vendere localmente e ridurre i costi di spedizione. Migliaia di persone, proprio intorno a te, cercano ogni giorno qui oggetti interessanti da comprare. Occasioni irripetibili, da cogliere al volo.

Pubblica le immagini delle tue creazioni e condividile nei vari gruppi della tua città dedicati alle occasioni, creando, di fatto, una vetrina per vendere i tuoi prodotti.

L’unico aspetto negativo è legato al fatto che difficilmente sarà uno strumento utile al tuo brand, perché qui le persone cercano prezzi bassi e occasioni a costi contenuti.

Potresti sfruttare il Marketplace per vendere rimanenze o articoli invenduti e provare a piazzarli, ma dimentica di costruire qui il tuo marchio.

Piuttosto meglio aprire una pagina istituzionale. Ma fai attenzione, le energie che servono per avere visibilità potrebbero non essere ripagate per via delle restrizioni dell’algoritmo di questo social network, a cui puoi ovviare solo attivando campagne sponsorizzate.

In ogni caso, anche qui, ricorda di rispondere alle recensioni e ai commenti, sia positivi che negativi. Gestire il rapporto con i tuoi clienti ti darà credibilità.

#4 Crea il tuo sito web ufficiale

crea il tuo sito web per artigiani

Puoi decidere di lanciare i tuoi prodotti artigianali su uno o più marketplace, ma quello che sopra ogni cosa ti suggerisco è di lavorare alla tua piattaforma personale. In altre parole, devi creare il tuo sito web.

Qui potrai dedicare una pagina alla tua storia, oltre che mostrare le tue creazioni. Puoi lavorare a un sito vetrina, oppure al tuo negozio online e vendere direttamente i tuoi prodotti, senza alcun tipo di commissione.

Acquisire visibilità tramite socialnetwork, marketplace e quant’altro è sacrosanto, ma, prediligi l’uso di questi canali per attrarre  i visitatori e dirottarli, magari dopo un primo acquisto, sul tuo sito web.

Basterà allegare, al pacco che spedirai, un volantino che inviti l’utente a riacquistare sul tuo sito. Qui sarai tu a stabilire il prezzo, che, al netto di costi di commissione, potrà essere più vantaggioso per il tuo cliente.

Se non hai un sito web, capitalizzare le tue vendite sarà più complicato.

Dovrai pagare il marketplace. L’utente difficilmente farà caso alla tua azienda e si affiderà totalmente alla fiducia che ha nella piattaforma.

Se vuoi, invece, costruire il tuo brand e fidelizzare il cliente, avere un sito è la soluzione migliore per farlo.

Non ne hai ancora uno?

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rispondi