Aprire un negozio online: Ecco ciò che devi sapere per vendere sul web

Se sei qui è perché vuoi conoscere nel dettaglio ciò che devi fare per aprire un negozio online(Ecommerce) e scoprire il mondo della vendita sul web. In questo articolo, infatti, ti guiderò alla scoperta dei vantaggi apportati dalla vendita online, gli obblighi fiscali che comporta l’apertura di un e-commerce e le varie piattaforme (con le relative differenze) che hai a disposizione. 

I vantaggi della vendita Online.

I vantaggi della vendita online

 

Al giorno d’oggi acquistare e vendere sul web è comodo, semplice ed immediato. Possiamo a tutti gli effetti considerarlo un fenomeno che rientra completamente nella nostra quotidianità.

L’ obiettivo principale di questo articolo è aiutare chi decide di intraprendere un’attività, (anche o esclusivamente) online. Ma, quali sono i principali vantaggi legati alla vendita online tramite e-commerce?

#1 Abbatti i costi della tua impresa/attività

 Aprire un e-commerce vuol dire abbattere e soprattutto contenere i costi della tua attività legati al mantenimento e la gestione rispetto ad un negozio fisico. In parole povere si parla di un vero e proprio risparmio.

#2 Controlla il magazzino in tempo reale

Grazie ad efficienti software di gestione, puoi controllare il tuo magazzino in modo costante, preciso e sicuro. Il tutto in tempo reale. Tenendo così sotto controllo i prodotti maggiormente richiesti ed evitare inutili accumuli di scorte.

#3 Vendi 24 ore su 24

Questo significa, nessun limite alle vendite, poiché essendo un negozio online contrariamente da quelli fisici, è sempre aperto. Parliamo di un incremento notevole del margine di acquisto in quanto chiunque può entrare in qualunque momento voglia.

#4 Vendi direttamente ai clienti senza ricorrere ad intermediari

Avremo un ulteriore abbattimento dei costi vendendo direttamente al cliente senza l’intervento di un intermediario, potendo così proporre un prezzo minorecompetitivo mantenendo i ricavi invariati.

#5 Applica strategie di remarketing 

Un sito Ecommerce può tenere traccia di chi visita, acquista o esce dal sito senza acquistare dal nostro negozio. In tal modo possiamo realizzare delle mirate campagne di remarketing ad hoc (hai presente la pubblicità che ti segue? Ecco, quella!) per intercettare tali utenti che hanno fatto un accesso al sito, offrendogli ciò di cui hanno bisogno in base alle loro abitudini di navigazione.

Non vedi l’ora di aprire la tua attività, eh? Bene. Occhio, però, ai facili entusiasmi. Vediamo cosa comporta, dal punto di vista degli obblighi fiscali e degli eventuali adempimenti.

Avviare un Ecommerce: Obblighi Fiscali

Avviare un'attività: Obblighi fiscali

Attualmente l’Ecommerce rappresenta una delle più grandi opportunità di business, ed è sicuramente un’ottima occasione, specialmente per molti giovani con buone idee.

Un qualunque lavoratore autonomo che offre delle prestazioni occasionali via internet può esercitare una qualunque libera attività entro un margine annuo di 5.000 euro di ricavi, rilasciando ovviamente una ricevuta che indichi una prestazione occasionale ai sensi dell’articolo 67 lettera i. La ricevuta sarà soggetta a ritenuta d’acconto del 20%. 

Oltre i 5.000 euro è necessario aprire una Partita IVA ed inoltre iscriversi alla Gestione separata commercianti, in quanto non si parlerà più di una prestazione occasionale.

Quindi per avviare un Ecommerce, che è una vera e propria attività, è necessario costituire una società davanti un notaio con spese che potrebbero tranquillamente superare il migliaio di euro.

Adempimenti a cui devi attenerti per vendere online

Seguiranno i normali adempimenti che ti porteranno all’iscrizione alla Camera di Commercio e presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio di un’Attività, titolo necessario per intraprendere con decorrenza immediata l’esercizio dell’attività) presso lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP).

Infine devi comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo del nostro sito web, l’indirizzo di posta elettronica, il numero di telefono e fax ed i dati identificativi dell’Internet Service Provider.

Se hai intenzione di vendere anche al di fuori della UE devi inoltre iscriversi alla banca dati VIES.

Costi di avvio e mantenimento di un ecommerce

Si va da poche decine di euro per i classici adempimenti amministrativi  a circa un centinaio di euro per quanto riguarda l’apertura della Partita IVA, cui devi aggiungere i costi di iscrizione alla Camera di Commercio.

E’ inoltre logico che se decidi di avviare un ecommerce devi tener conto del budget per la piattaforma che ti permette di svolgere tale attività, in altre parole, lo spazio web, la produzione di testi e immagini (a meno che tu non sia disposto ad occupartene) le persone che si occuperanno di gestirlo (hai il tempo di gestire direttamente il tuo negozio online?).

Questa spesa, a meno che non sia tu ad occuparti della gestione, può ammontare migliaia di euro ma comprenderebbe la prestazione di programmatori esperti, l’acquisto di hardware e software e l’acquisto del servizio di hosting.

Inoltre, esistono sul mercato soluzioni semplici e a basso costo in cui poter acquistare pacchetti pronti e completi su misura per le piccole aziende. Vediamo quali.

Piattaforme Ecommerce: è ora di fare chiarezza

Piattaforme Ecommerce

Avendo adesso ben chiari i vantaggi e gli obblighi fiscali per quanto concerne l’apertura di un negozio online possiamo addentrarci nel vasto mondo delle piattaforme da poter utilizzare per la creazione del nostro Ecommerce.

Ti starai facendo numerose domande riguardo la tipologia di piattaforma da utilizzare. Non sai ancora se determinati servizi, che ti permettono di aprire un negozio online con pochi click siano affidabili o se siano adatti alla tipologia di negozio che vuoi aprire.

E’ lecito porsi tutte queste domande. Intraprendere un’ attività commerciale su internet è un passo molto importante e di conseguenza è meglio non trascurare nulla.

Occorre qualche chiarimento sulle sostanziali differenze fra le varie piattaforme.

Per vendere online hai 3 possibilità.

  1. Puoi usufruire di un servizio bello e pronto che permette di aprire un negozio online in pochi click e a costi molto contenuti.
  2. Puoi acquistare un dominio e uno spazio web su cui installare un CMS ovvero un software che ci permette di gestire nella piena totalità qualsiasi aspetto del nostro negozio.
  3. Puoi rivolgerci a dei preesistenti grandi store, esempi comuni Amazon, Ebayquant’altro per creare una propria vetrina su di essi.

E’ scontato dire che nessuna di queste soluzioni sia quella definitiva, tutto è veicolato dal proprio budget e dalla proprie esigenze.

I CMS (sistemi di gestione delle informazioni) sono più indicati per chi ha soldi da investire, chi mira ad aprire un negozio molto grande e soprattutto dispone di conoscenze informatiche abbastanza elevate.

I servizi One-click sono più indicati per chi deve gestire un piccolo negozio e ha budget limitato.

Amazon e simili sono più indicati per chi ha un negozio fisico e vuole espandere la propria attività online. Ma richiedono percentuali sulle vendite, e quindi costi di gestione.

Tralasciando Amazon, che merita un articolo ad hoc, ecco qualche informazione più dettagliata riguardo i servizi di creazione del tuo negozio online. Partiamo dalle soluzioni che richiedono competenze informatiche specifiche. Quelle in cui, insomma, non puoi improvvisare.

Aprire un negozio online: le piattaforme che necessitano di un programmatore

Magento

Il software open-source leader nel settore dell’ecommerce. Il motivo è semplice: questa piattaforma è sinonimo di potenza. Si può dire sia completo sotto ogni aspetto. Ma la differenza da tutti gli altri è la straordinaria User Experience per il cliente che dispone di numerosi strumenti di comparazione, filtri e zoom dell’immagine prodotto. Ha inoltre la possibilità di gestire più negozi contemporaneamente e in più lingue. Ma come detto già in precedenza richiede anche elevate competenze informatiche e un budget non indifferente.

Prestashop

Una piattaforma francese open-source decisamente molto più snella rispetto Magento. Richiede meno potenza e permette di gestire un numero nettamente inferiore di articoli. Ma possiede una piattaforma molto intuitiva, veloce e facile da personalizzare anche lato SEO. Anche qui sono richieste delle più che discrete competenze, non puoi improvvisare.

WooCommerce

Una soluzione interessante per chi decide di aprire un ecommerce, partendo da una base flessibile. La semplicità di questa piattaforma lo rende adatto alla creazione di piccoli negozi online con un catalogo di pochi prodotti.

Un altro vantaggio oltre alla semplicità è che vi sono diversi plugin (sia gratuiti che a pagamento) con i quali è possibile adattare la piattaforma alle nostre esigenze. Ed inoltre è altamente customizzabile anche nella stessa versione gratuita. Anche per questa si consiglia il supporto di un programmatore per massimizzare i risultati.

Aprire un negozio online in un click

1 Minute site

E’ sicuramente tra le migliori piattaforme One-click presenti sul web. Registrazione totalmente gratuita e veloce. Non necessita di nessun tipo di competenze informatiche per sviluppare il proprio Ecommerce o sito web. Il suo punto forte ovviamente è la rapidità con cui siamo pronti ad operare nel web.

Altra eccellenza del sito è sicuramente la funzione multilingua presente all’interno di questa piattaforma che ti permette di creare il tuo sito ed il tuo Ecommerce in 3 lingue diverse con una facilità eccezionale.

Dopo i primi minuti di utilizzo ti rendi conto che si tratta di un sistema solido ed efficiente.

Anche il listino prezzi è ben strutturato e fatto con un certo rigore, ovviamente possiamo andare dalla creazione gratuita del nostro sito/negozio online gradualmente a dei pacchetti che non vanno oltre i 16 euro mensili con più vantaggi. Dal nome dominio + email alle pagine utilizzabili alla quantità prodotti elencabili e allo spazio web in memoria offerto.

Creare un sito web su 1 Minute site ti permette di avere un sito veloce “velocità di pagina“(Page Speed), certificata da Google 90/100. Questo fa si che Google ti premierà migliorando la visibilità e il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca.

Un servizio valido, facile e affidabile con un eccezionale team di assistenza. Senza dubbio la miglior scelta tra i servizi One-Click.

Shopify

E’ un ottima soluzione per chi vuole cominciare un’attività online. E’ una piattaforma diffusa tra i piccoli e medi commercianti.

Shopify è molto rapido ed efficacie, perchè le informazioni essenziali sono di facile inserimento.

La scelta del template è variegata, ci si può servire di molti temi gratis e altrettanti a pagamento. Una volta scelto il tema si passa alla personalizzazione che non si limita al semplice editing del logo e dei colori principali del tema.

Hai il pieno controllo dei codici HTML e CSS che consente di avere un prodotto davvero unico. Anche su Shopify è raccomandabile il supporto di un esperto informatico.

I prezzi proposti vanno dai 29 ai 179 dollari al mese.

Un problema riscontrato su questo CMS è la scarna possibilità di amministrazione degli elementi significativi ed importanti della vendita online.

Wix

Offre alternative grafiche notevoli pensate soprattutto per piccole realtà quali ristoranti e piccoli negozi. Wix è disponibile gratuitamente, ma se hai bisogno di funzionalità professionali come il dominio o un supporto prioritario puoi scegliere tra uno dei vari pacchetti premium.

Template carini ma sito e negozio non responsive su mobile in automatico, bisogna farlo riorganizzando manualmente tutti gli elementi.

Jimdo

E’ un’altra piattaforma estremamente facile da utilizzare, ti permette di creare ed aggiornare siti, ecommerce o un portfolio senza conoscenze di programmazione.

Una delle funzionalità che ha reso famosa la piattaforma è quella del negozio online, attivabile in pochi minuti. Jimdo offre un sistema di pagamento, magazzino ed email automatiche.

Anche questo servizio offre vari pacchetti premium per ampliare i propri benefici. Con Jimdo è facile creare siti dal look semplice, ma dopo un po si nota una certa limitazione quando si tratta di posizionare gli elementi nel punto desiderato.

Dal momento che molti di questi modelli hanno una struttura simile, non sempre è possibile ottenere il risultato voluto semplicemente cambiando template.

Flazio

Permette di creare un sito/store in un batter d’occhio. La struttura dei prezzi è semplicissima, va da una versione gratuita ad un pacchetto pro. Flazio possiede un buon supporto ed è adatto ai siti multilingua. Design accattivante che lascia a bocca aperta.

Di contro però non è possibile scegliere un template diverso da quello inizialmente suggerito senza perdere il contenuto e ha problemi nell’editor per dispositivi mobile.

Creare un bel sito che abbia un bell’aspetto su Smartphone è difficile e richiede parecchio tempo.

Vendere online: hai già scelto come fare?

Come avrai capito, non esiste una soluzione definitiva, uguale per tutti gli utenti. In base ai tuoi obiettivi di business, alla luce di analogie e differenze, puoi adottare la soluzione migliore.

Tuttavia, posso affermare che le soluzioni One-Click sono di sicuro le più adeguate per quelle piccole attività (B&b, liberi professionisti e simili) che hanno scarsi capitali da investire e sono prive di figure specializzate nel settore informatico, che una piattaforma più complessa richiede.

Se cerchi efficienza, velocità e affidabilità, 1 Minute site potrebbe essere scelta giusta, sicuramente la piattaforma made in italy più semplice e più performante, anche sotto il profilo dell’indicizzazione dei contenuti sui motori di ricerca.

Prova a cercare una toelettatura a Sassuolo. Se hai l’esigenza di far conoscere a potenziali clienti la tua attività, potresti aver trovato la soluzione giusta. Senza contare che la procedura guidata è davvero molto molto intuitiva. 

CREA IL TUO SITO GRATIS

 

Autore: Luigi Samperi

Sono un ragazzo di 28 anni Catanese. Capace e caparbio, volenteroso e socievole, dedito al lavoro in team ma anche individuale. I miei hobby sono la lettura la scrittura e lo sport. Sono un ambizioso SEO Copywriter che continua a studiare e ad aggiornarsi per diventare un professionista del settore.

Rispondi