Seo Copywriting: Come Scrivere per i Motori di Ricerca

come_scrivere_per_i_motori_di_ricercaI motori di ricerca sono ormai diventati i nostri compagni di vita!

Quante volte in una giornata cerchiamo su Google dove andare a cena, come si chiama l’ultimo singolo uscito del nostro cantante preferito, dove si trova un determinato negozio o una via della nostra città?

 

Non è forse vero che quando ci serve un’informazione il nostro primo impulso è quello di afferrare il nostro smartphone e cercare su Google?

 

SEO Copywriting e Motori di Ricerca

 

Ecco un po’ di dati a riguardo. Numerose indagini dimostrano che:

  • ricercare su Google è l’attività svolta più frequentemente dopo l’invio di email,
  • più dell’80% degli utenti accede ad un sito web per la prima volta attraverso un motore di ricerca,
  • il numero di click ricevuti dai link presenti nella prima pagina è 3 o 4 volte superiore a quelli ricevuti dai siti presenti nella seconda pagina,
  • il 90% degli utenti non va oltre la prima pagina.

 

Di fronte a questi dati è inutile dire che il posizionamento di un sito web è davvero fondamentale per la sua sopravvivenza e per il suo successo.

 

Come funzionano i motori di ricerca

 

Ogni motore di ricerca ha un proprio algoritmo, cioè una sequenza di istruzioni predefinite per il reperimento delle pagine web più rilevanti. Tutti i motori di ricerca compiono però delle operazioni comuni:

  • scrivere_per_i_motori_di_ricercascansione (crawling), cioè gli spider decifrano il codice delle pagine passando da una all’altra seguendo i link,
  • indicizzazione (indexing), i dati ottenuti nella fase precedente vengono inseriti in un database gigantesco ed indicizzati, cioè classificati,
  • ricerca (searching), quando l’utente inserisce una o più parole chiave sul campo ricerca  il motore perlustra il grande database e genera la SERP, cioè una pagina contenente una lista di risultati in ordine di rilevanza.

 

Nella SERP, per ogni pagina web, viene mostrato:

  • il titolo, cioè un anchor text che conduce alla pagina stessa,
  • l’indirizzo, cioè la url,
  • un breve testo, detto snippet.

 

contenuti_per_google

Quindi, quando scrivi e predisponi i contenuti nelle tue pagine web, cerca di ragionare come se tu fossi un Motore di Ricerca, predisponendo tutte le tue attività SEO in modo tale da poter emergere dall’enorme database dei motori di ricerca! Non è semplice, ma ricordati che nessuno ha la ricetta esatta di come poter diventare primo su Google:

 

Le formule dei motori di ricerca sono segrete, proprio come la ricetta della Coca-Cola!

 

Anche se non esiste una formula ben definita, ci sono dei fattori che più di altri influiscono sul posizionamento di un sito web.

 

I 6 fattori che influenzano il posizionamento di un sito web

  • Parole chiave

Ci sono numerosi metodi per trovare le parole chiave più ricercate dagli utenti, ma non fossilizzarti con una sola parola, perché è stato dimostrato che gli utenti ricercano maggiormente combinazioni di parole, keyphrase.

Infatti le ricerche più frequenti risultano essere quelle con due parole, poi quelle con tre e poi quelle con una parola! Ti stai chiedendo perché?

Perché la singola keyword solitamente è troppo generica e non porterebbe subito ai risultati sperati, e per te sarebbe troppo competitiva.

Ma quante parole chiave vanno inserite nei propri testi?

Alcuni studi dimostrano che è importante non sovraottimizzare le pagine web. La percentuale ideale di parole chiave deve essere compresa tra il 5% ed il 10% delle parole totali.

  • Link in uscita

E’ stato dimostrato che una pagina contenente link in uscita, a parità di tutte le altre condizioni, tende a posizionarsi meglio di una pagina priva di link:

  1. perché i proprietari dei siti linkati potrebbero ricambiare il favore,
  2. perché il tuo sito web assumerà maggior credibilità.

Ciò non significa che devi creare centinaia di link esterni… cerca di essere sempre equilibrato!

  • Link interni

Per i motori di ricerca il giudizio degli altri è molto più importante del tuo, tuttavia anche i link interni hanno la loro importanza, proprio perché connettono tra loro le varie parti del sito, facilitando la scansione da parte dei motori.

  • Titoli e sottotitoli

Utilizzare titoli e sottotitoli in modo da dare una struttura gerarchica alle tue pagine web, attribuendo i rispettivi tag html <h1>, <h2>, <h3> ecc. è un’attività utile al posizionamento del tuo sito web. Inoltre sfruttali per inserire le parole chiave scelte.

  • Mappa del sito

Non sottovalutate la mappa del sito, perché oltre ad essere uno strumento utile agli utenti per orientarsi all’interno delle tue pagine, agevola anche le scansioni che i motori di ricerca compiono sui siti web per classificarli nelle SERP.

  • Aggiornamento frequente

I motori di ricerca privilegiano e premiano spesso i siti che contengono contenuti freschi, originali e aggiornati. Cerca di stare sul pezzo!

 

Come posso scrivere per i motori di ricerca

In linea generale cerca di prestare particolare attenzione ai 6 fattori menzionati precedentemente, ma non dimenticarti mai che stai scrivendo per degli esseri umani e non per i motori di ricerca!

 

Scrivi il più naturale possibile e vedrai che otterrai un buon livello di traffico e un buon posizionamento nei motori di ricerca. Sia gli utenti che i motori di ricerca sanno distinguere un sito web di valore e con contenuti di qualità!

 

Vuoi saperne di più sui fattori SEO che influenzano maggiormente il posizionamento su google del tuo sito web?

Visibilità su Google: i 4 fattori chiave per il posizionamento validi anche nel 2015

Comments on this entry are closed.

Utilizziamo i cookie per offrire una migliore esperienza agli utenti del nostro sito. Utilizzado il sito, dichiari di accettare l'uso dei cookie.